CHIUDI
CHIUDI

30.06.2020 Tags: San Giovanni Lupatoto

Passerella sul Milani, slitta il lavoro

La passerella in legno sul canale Milani in attesa di essere rifatta
La passerella in legno sul canale Milani in attesa di essere rifatta

Ad aprile era stato annunciato che i lavori sarebbero iniziati a metà maggio ma le opere non sono mai partite. E la passerella ciclopedonale sul canale Milani è ancora lì, da rifare. Il motivo del mancato avvio dell’intervento lo spiega il sindaco Attilio Gastaldello. «I lavori sono stati aggiudicati ma a causa del coronavirus è intervenuta una modifica del quadro economico. Si sono dovute, infatti, ampliare le misure di sicurezza di cantiere inizialmente previste e di ciò è stato dato formale avviso all’appaltatore», ha detto il sindaco. «Ora è previsto un incontro con la ditta assegnataria dei lavori per una verifica della disponibilità da parte sua a eseguire le opere per la nuova somma», ha aggiunto il sindaco. Il primo cittadino non ha voluto pronunciarsi sulla effettiva data di inizio dei lavori: «Per quanto ci riguarda, vorremmo vedere gli operai all’opera quanto prima ma è difficile dirlo. Potrebbe anche succedere che la ditta assegnataria non accetti di svolgere l’intervento, con il pericolo che l’esecuzione dell’opera slitti di 18 mesi. Non è una ipotesi irrealizzabile: ci è accaduto per la pista ciclabile del cavalcavia di Palazzina». In quel caso, la ditta di Padova che aveva vinto la gara di appalto non accettò l’incarico e non sottoscrisse il contratto. L’amministrazione comunale fu costretta ad indire una nuova gara e ciò determinò una dilazione dei tempi di un anno e mezzo nell’esecuzione dei lavori, conclusosi due settimane fa. In quel caso era prevista la realizzazione di un muro di sostegno (necessario per allargare la carreggiata), del cordolo di protezione con guard rail nonché il rifacimento della bitumazione dell’intero sovrappasso. Nel caso della passerella del canale Milani è prevista la completa sostituzione dell’infrastruttura e i lavori sono stati affidati a una ditta di Potenza. L’attuale passerella, in legno, era stata realizzata nel periodo in cui era sindaco Betti; ultimamente si è ammalorata in quanto il materiale, il legno, secondo le perizie, aveva terminato il ciclo di vita naturale. Il Comune decise lo stop al transito sulla passerella nel febbraio 2019, come misura precauzionale, per evitare problemi e pericoli ai ciclisti, dato che il fondo in legno del ponte-passerella stava manifestando un degrado superiore alle attese. Era stato contemporaneamente disposto che ciclisti e pedoni potessero «invadere» la vicina sede stradale. Sul manufatto passa infatti la pista ciclopedonale che porta in direzione della zona industriale-commerciale e della città, molto frequentata dalle persone. Nel giugno 2018, l’amministrazione comunale decise di rifare la passerella, proprio per il suo avanzato stato di usura. Il lavoro di manutenzione straordinaria, secondo il progetto, consiste nella rimozione dell’attuale passerella e la sostituzione, con fornitura e posa in opera, di nuove travature. Tutti gli elementi lignei verranno sostituiti, mantenendo gli irrigidimenti in ferro, facendo precedere ciò da un trattamento con sabbiatura e applicazione di prodotti per la conservazione. I nuovi materiali, interamente riciclabili (legno lamellare performante e legno composito), garantiranno una maggiore durata della struttura. La spesa, quantificata in circa 75mila euro, era già stata impegnata, trattandosi di attività inserita nel bilancio 2019 e per la durata dei lavori sono previsti 60 giorni. L’opera verrà poi completata con il nuovo impianto di illuminazione. L’amministrazione comunale aveva comunicato a inizio aprile che le opere sarebbero cominciate alla metà di maggio, non appena terminati i passaggi amministrativi successivi all'aggiudicazione. Ma non aveva fatto i conti con la pandemia da Covid-19. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie