CHIUDI
CHIUDI

15.11.2019

Miniborse, aperto il bando Lerin: «Si premia il merito»

Gli studenti che hanno conseguito risultati di rilievo a scuola nell’anno 2018-19 hanno tempo fino al 22 novembre per fare domanda della borsa di studio municipale. Da quest’anno l’iniziativa è allargata anche agli universitari. Il bando è disponibile sul sito del Comune con relativo modulo di iscrizione. Gli obiettivi che l’amministrazione comunale si pone sono due: poter premiare il valore del merito degli studenti incentivando il tempo che loro dedicano allo studio e sostenere la prosecuzione agli studi universitari. Il riconoscimento del premio al merito non è vincolato al reddito familiare perché l’amministrazione premia l’impegno e l’ottimo risultato raggiunto dai minori, mentre la borsa di studio per l’iscrizione universitaria è vincolata al reddito. Le miniborse prevedono per i ragazzini un premio di 90 euro per la votazione pari a 9 e di 100 euro per la votazione pari a 10; per gli studenti delle superiori, il premio è di 80 euro per una votazione media compresa tra 8 e 8.9; è di 90 euro per la media compresa tra 9 e 9.99; ed è di 100 euro per la votazione pari a 10. Per chi ha ottenuto la maturità il premio è di 100 euro per una votazione media compresa tra 80/100 e 89/100; è di 200 euro per una votazione media compresa tra 90/100 e 99/100 ed è di 300 euro per le votazioni pari a 100/100. Ai neo diplomati è riservata anche la possibilità di accedere alla borsa di studio qualora intendessero proseguire gli studi universitari. L’assegno è di 300 euro lordi, vincolato alla presentazione dell’Isee con fascia di reddito familiare inferiore a 18mila euro, o di 200 euro lordi se la fascia di reddito Isee è compresa entro 23mila euro. Sarà necessaria la certificazione dell’iscrizione universitaria. «La proposta dei premi per le eccellenze scolastiche verte a stimolare e promuovere l’innalzamento dei livelli di studio nella fascia scolastica che coinvolge il periodo della pre-adolescenza e adolescenza; un momento delicato della vita delle ragazze e dei ragazzi che può favorire la dedizione al tempo di studio. L’amministrazione premia il valore del merito, più che considerare l’economia della famiglia», spiega l’assessore delegato all’istruzione e adolescenza Debora Lerin. «Quest’anno abbiamo aggiunto l’ulteriore premio, cumulabile al merito, ma legato al reddito familiare e che riguarda l’iscrizione all’università». Nel 2018 i premiati sono stati 187.

R.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1