CHIUDI
CHIUDI

04.07.2020 Tags: San Giovanni Lupatoto

Le offese agli agenti risarcite con 400 euro

Non fornire i documenti di identità e offendere gli agenti di Polizia municipale che li chiedono, può costare una condanna da parte della Procura e 400 euro di risarcimento. È accaduto a due persone che erano state fermate dai vigili di San Giovanni Lupatoto in pieno centro, in piazza Umberto I, per un accertamento. ALLA RICHIESTA di fornire le proprie generalità, i due hanno alzato la voce e offeso uno dei due agenti; inoltre hanno rifiutato di esibire i propri documenti. Successivamente identificati, i due sono stati segnalati dal Comando della Polizia municipale lupatotina alla Procura per due distinte notizie di reato: oltraggio a pubblico ufficiale e il rifiuto di fornire le proprie generalità. Ora rischiano, come prevede l’articolo 651 del codice penale, l’arresto fino a un mese o un’ammenda fino a 206 euro. I due sono stati condannati ma il legale dei due ha proposto il risarcimento danni per ottenere l’estinzione del reato. La Polizia locale, pur ritenendo che i reati segnalati risultassero lesivi della propria immagine, ha ritenuto opportuno che la questione si chiudesse con un equo risarcimento del danno. I vigili, nella loro decisione, hanno tenuto conto un po’ di tutto: la natura dei reati, la loro tenuità e la buona condotta degli imputati. I due, nelle dichiarazioni contenute nell’offerta risarcitoria e precedute da uno scritto, si assumevano infatti la propria piena responsabilità di quanto accaduto. Inoltre, né la municipalità né l’agente coinvolto, parti offese, hanno ritenuto opportuno costituirsi parte civile per il risarcimento del danno patito, considerata la non estrema gravità della condotta lesiva. L’AVVOCATO della difesa ha offerto la somma di 400 euro a titolo risarcitorio, che è stata accettata dalla Giunta comunale. La somma, già incassata dall’amministrazione comunale di San Giovanni Lupatoto, verrà utilizzata per finalità di natura sociale e informativa sulla sicurezza, investendo i fondi nell’acquisto di materiale legato a tali scopi. Così dispone il provvedimento approvato dal Comune. «La figura dell’agente di Polizia locale viene da molti ancora accostata a colui che “fa le multe”, ma da anni ormai le funzioni dei vigili sono accresciute e toccano vari campi: dai controlli edilizi, ai pubblici esercizi, alla sicurezza urbana, alla viabilità, all’ecologia, all’educazione stradale nelle scuole, solo per citarne alcune», spiega Maurizio Simonato, assessore comunale alla Sicurezza. «LA STESSA dotazione di mezzi è cambiata», continua, «con l’introduzione sempre più massiccia della tecnologia, ad esempio la rete di videosorveglianza, così come la preparazione degli agenti, aspetto questo molto curato dal nostro Comune che predispone corsi appositi». «Inoltre, l’impostazione del nostro Comando di Polizia è di privilegiare, ove possibile, l’aspetto informativo e preventivo. Ricordo ad esempio che recentemente i nostri vigili hanno visitato le attività del nostro territorio per informarli della possibilità di richiedere l’ampliamento del plateatico. Non possiamo che ringraziare i nostri agenti per il loro lavoro e per quanto svolto, in particolare durante l’emergenza», conclude l’assessore. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie