La creatività multiculturale per le donne porta alla pace

L’assessore Silvana Finetto
L’assessore Silvana Finetto
L’assessore Silvana Finetto
L’assessore Silvana Finetto

È nato, a Bussolengo, il gruppo «Pace creativa», partito da una riflessione del Servizio socio educativo sul bisogno di integrazione di alcune donne migranti che si rivolgevano ai servizi sociali. «Queste donne», dice l’assessore Silvana Finetto, «mogli e madri, che conoscevano poco la lingua italiana, impegnate nella cura della famiglia, hanno espresso una forte volontà di intrecciare relazioni e legami per contrastare la solitudine e la lontananza dalle loro famiglie di origine. È nata così la necessità di creare un gruppo di donne di varie nazionalità, che si è consolidato nel tempo e che ha portato ad una rete di amicizie che aiutano le donne stesse, a sentirsi parte della nostra comunità di Bussolengo». All’interno del progetto si svolgono corsi di lingua italiana, incontri con ostetrica, dietista, pediatra, psicologa ed attività di cucito, ricamo e arte terapia. «Tutte situazioni», continua Finetto, «che portano all’autonomia e a valorizzare le proprie capacità e competenze. Molte volte ci avvaliamo dell’aiuto dei volontari del servizio civile, per la cura dei bambini. Il gruppo “Pace creativa”, inoltre, partecipa alle attività di volontariato sul territorio di Bussolengo come il carrello solidale». Gli incontri si svolgono tutti i venerdì mattina, nella sede dell’Informagiovani di via De Gasperi, dalle 9.30 alle 11.30. Conclude l’assessore Finetto: «È molto importante dare spazio a queste donne che con impegno partecipano a queste attività, perché il nostro territorio è ricco di apporti multiculturali che devono essere promossi, integrati e valorizzati. Un grazie va alle educatrici Sonia e Barbara, che hanno preso a cuore il progetto e si occupano di tutte le attività manuali che proponiamo».•.

Lino Cattabianchi