CHIUDI
CHIUDI

26.05.2020 Tags: San Giovanni Lupatoto

L’Ater promette 46 case in tre anni

Case Ater in via Foscolo, anche qui verranno sistemati e assegnati tre appartamenti Ater DIENNE FOTO
Case Ater in via Foscolo, anche qui verranno sistemati e assegnati tre appartamenti Ater DIENNE FOTO

La casa è un problema ancora per troppe famiglie ma a San Giovanni Lupatoto si sta cercando di risolverlo. In tre anni saranno infatti 46 gli appartamenti Ater assegnati a residenti. Qualche giorno fa, in occasione della consegna dei primi due appartamenti del 2020 (un appartamento piccolo e di uno medio che verranno assegnati a cittadini lupatotini in base alla graduatoria) si sono incontrati in municipio Damiano Buffo, presidente di Ater Verona, e Maurizio Simonato, assessore con delega al Sociale. «È stata anche l’occasione per fare il punto sulla programmazione di quest’anno, che ha subito una battuta d’arresto a causa dei lavori di ristrutturazione degli appartamenti e del fermo imposto dalle misure di contrasto al coronavirus», dice l’assessore Simonato. «Il presidente Damiano Buffo ha in ogni caso assicurato che Ater farà tutto il possibile per mantenere il programma originario che prevedeva per il 2020 la consegna ai cittadini lupatotini in graduatoria, di almeno altri 12 appartamenti, oltre ai 2 ora in consegna». La stretta collaborazione instauratasi con l’Ater è fruttuosa per l’amministrazione comunale e per le famiglie residenti. Infatti, in poco tempo si sono più che triplicate le assegnazioni di alloggi destinati ai residenti, riuscendo a dare una risposta incisiva alla situazione di disagio abitativo. «Quando vi è questa concreta sinergia tra enti, si riescono a raggiungere obiettivi importanti per i cittadini», sottoliena il presidente dell’Ater Buffo. «L’Ater dispone di 233 alloggi a San Giovanni Lupatoto, per la maggior parte già locati. Con la graduatoria del 2018 siamo riusciti a ristrutturare e consegnare 16 appartamenti. L’aumento delle domande, valide dell’anno 2019, ci consente di effettuare una programmazione che prevede la consegna di ulteriori quattro alloggi entro i primi del 2021. L’obiettivo rimane quello di consegnare il maggior numero di appartamenti sfitti, compatibilmente con i costi ed i tempi di manutenzione, così da soddisfare, nel più breve tempo possibile, il maggior numero di richieste che provengono da questo territorio». «È una grande soddisfazione», afferma l’assessore al Sociale ed alle politiche per la casa Maurizio Simonato, «riuscire a consegnare questi primi alloggi del 2020 a concittadini che ne hanno bisogno. Ringrazio il presidente Buffo ed Ater per la stretta collaborazione che sono sicuro ci permetterà di superare anche questo momento imposto dall’emergenza e mantenere il programma previsto per il 2020». Prosegue, con queste assegnazioni di alloggi, l’azione della amministrazione comunale per ridurre il disagio abitativo, dopo i bandi a sostegno dei canoni di affitto o rate di mutuo e bollette del gas, i contributi alle morosità incolpevoli e le altre misure di sostegno all’abitare che sono in corso di definizione e dovrebbero andare a regime entro l’anno. Simonato sottolinea la positività della modifica di alcuni criteri di assegnazione delle case di edilizia pubblica che hanno elevato il punteggio per i residenti nel comune da almeno 15 e 30 anni, cercando così di riconoscere qualcosa di più a coloro che hanno dimostrato di voler appartenere alla comunità lupatotina, rimanendo radicati e contribuendo allo sviluppo economico e civile della nostra città. I 15 immobili assegnati nel 2018 erano 5 in via Cellini, 5 in via Nenni, 3 in via Foscolo, 1 in via Da Vinci e 1 in via Tortelli. I 17 appartamenti (esistenti e oggetto di ristrutturazione) consegnati lo scorso anno, erano invece così suddivisi: 5 in via Cellini, 4 in Via Da Vinci, 2 in Via Foscolo, 3 in Via Merzari, 3 in Via Nenni. •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie