Ipab, terza dose per tutti e visite solo con un test

Terza dose del vaccino anti Covid 19, a Bussolengo, per gli ospiti e per i 48 dipendenti dell’Ipab – Centro anziani di via Paolo Veronese. “Il possibile perdurare dell’emergenza sanitaria nazionale fino al 30 marzo 2022”, precisa il presidente Gilberto Pozzani, “rende obbligatoria la terza dose anche per tutti coloro che operano nella struttura. Inoltre diventa obbligatoria la vaccinazione anti-pneuomococcica e antinfluenzale per gli ospiti, ma facoltativa per dipendenti, collaboratori e professionisti”. Novità per le visite dei famigliari. Ancora Pozzani: “Constatato il ripresentarsi di focolai di Covid 19 nelle Rsa del Veneto, che ha interessato ospiti e personale già vaccinati, da domani la visita dei famigliari sarà consentita solo dietro presentazione del test antigenico rapido, attuato in una struttura pubblica, entro le 48 ore precedenti. Il test è gratuito dietro presentazione della dichiarazione con allegata la calendarizzazione della visita da parte della direzione Ipab”. Conclude il direttore dell’Ipab di Bussolengo, Francesco Zantedeschi: “La direzione ritiene importanti le visite in presenza dei famigliari come lo è altrettanto la tutela della salute degli ospiti. Pertanto ci sarà una riduzione della programmazione delle visite, che ora rimane settimanale, per allentare la pressione dall'esterno sul nostro Centro anziani. Attueremo anche la sospensione precauzionale, su indicazione del medico della nostra struttura, della possibilità, prevista dalla normativa, di portare, sia pur brevemente gli ospiti ai domicili familiari, per evitare contatti problematici”. •.

Lino Cattabianchi