«Impresa che farà bene a tutto il paese»

La festa dei calciatori del San Martino Speme per la promozione in serie B conquistata domenica con la vittoria per 4-2 sul BassanoMario Campedelli, imprenditore,
è stato l’allenatore della promozione in D nel 1990-1991Massimo Vinco: «Grandiosi
Il San Martino ha dimostrato di potersela giocare con tutti»Flavio Pasquali, vigile del fuoco:
«Ho seguito la squadra in tutta questa meravigliosa avventura»
La festa dei calciatori del San Martino Speme per la promozione in serie B conquistata domenica con la vittoria per 4-2 sul BassanoMario Campedelli, imprenditore, è stato l’allenatore della promozione in D nel 1990-1991Massimo Vinco: «Grandiosi Il San Martino ha dimostrato di potersela giocare con tutti»Flavio Pasquali, vigile del fuoco: «Ho seguito la squadra in tutta questa meravigliosa avventura»
La festa dei calciatori del San Martino Speme per la promozione in serie B conquistata domenica con la vittoria per 4-2 sul BassanoMario Campedelli, imprenditore,
è stato l’allenatore della promozione in D nel 1990-1991Massimo Vinco: «Grandiosi
Il San Martino ha dimostrato di potersela giocare con tutti»Flavio Pasquali, vigile del fuoco:
«Ho seguito la squadra in tutta questa meravigliosa avventura»
La festa dei calciatori del San Martino Speme per la promozione in serie B conquistata domenica con la vittoria per 4-2 sul BassanoMario Campedelli, imprenditore, è stato l’allenatore della promozione in D nel 1990-1991Massimo Vinco: «Grandiosi Il San Martino ha dimostrato di potersela giocare con tutti»Flavio Pasquali, vigile del fuoco: «Ho seguito la squadra in tutta questa meravigliosa avventura»

Il giorno dopo la storica promozione del San Martino Speme in Serie D, il paese torna ai suoi ritmi quotidiani. L’euforia per la meravigliosa vittoria di domenica contro il Bassano per 4-2 è finita e le normali attività riprendono il loro normale andamento. Ma basta fare un giro in paese, in piazza del Popolo, per raccogliere alcune sensazioni e dichiarazioni. Primo in ordine di importanza Franco De Santi, sindaco del paese. «Un’impresa, quella del San Martino Speme, che da lustro e prestigio a tutto il paese. Questo risultato farà sicuramente da traino a molte altre attività. I complimenti vanno innanzitutto ai ragazzi che sono scesi in campo con la maglia del San Martino. Poi a tutto lo staff tecnico, alla dirigenza che, superando problematiche societarie, ha costruito questa vittoria in pochissimo tempo. Adesso bisogna costruire il futuro. La prossima stagione è già alle porte. Complimenti a tutti». Mario Campedelli, imprenditore, è l’allenatore che nella stagione 1990-1991 aveva portato i nerazzurri in Serie D vincendo lo spareggio ai rigori per 5-4 a Mira contro il Donada: «Mi sembra di essere tornato indietro di trenta anni», dice Campedelli. «I complimenti vanno a tutti i componenti della squadra e della dirigenza. In pochissimo tempo hanno saputo lavorare al meglio, vincendo un mini campionato tiratissimo contro società più blasonate. Da oggi bisogna iniziare a pensare in grande. Domenica la serenità dimostrata dai ragazzi in campo è stata la garanzia di questa vittoria». Roberto Nodari, titolare dell’ Urbana Caffè in piazza del Popolo è «contentissimo. Domenica ero allo stadio e, al pareggio del Bassano, ero sicurissimi che il San Martino ce l’avrebbe fatta. E così è stato». «Grandiosi», gli fa eco Massimo Vinco, avventore del bar. In questa strana Eccellenza il San Martino ha dimostrato di potersela giocare con tutte le grandi formazioni della categoria. Cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta la dicono lunga sul merito di questi ragazzi. Adesso il tutto diventa più interessante con la Serie D, un onore e un vanto per il nostro paese». Melania Corbo fa la barista al Caffè Cardinal e dice di essere «veramente contenta per questa vittoria. Siamo tutti orgogliosi e contenti. La Serie D è un vanto e un orgoglio per tutto il paese. Con questa vittoria lo sport a San Martino crescerà ulteriormente». Flavio Pasquali, vigile del fuoco con una laurea in scienze motorie, guarda al lato prettamente tecnico della vittoria dei ragazzi di Alberto Baù: «Ho seguito il San Martino dall’inizio di questo mini torneo di Eccellenza. Devo dire che ad ogni incontro ho visto crescere e maturare la squadra. Ho visto una squadra che inizialmente non aveva quegli automatismi dettati da allenamenti costanti, ma a ogni sfida la crescita era evidente. Ogni reparto si è mosso sempre bene e la svolta l’abbiamo vista a Schio a Schio. Poi il calcio è pazzo, quello che si è vissuto a Vigasio, a Villafranca e domenica qui a San Martino ne è l’esempio!!!». Le ultime parole sono si Giuseppe «Bepo» Marani pensionato ma con un passato nel mondo del calcio dilettantistico come preparatore dei portieri: «Prima di tutto un grazie alla dirigenza che domenica dopo la gara con il Bassano, ha voluto ricordare Giuliano Campedelli e Renzo Canova, due dirigenti che per il San Martino hanno sempre dato il massimo. Poi il plauso va ai ragazzi, al mister Alberto Baù con tutto il suo staff: in pochissimo tempo hanno fatto un lavoro esemplare, sia sotto l’aspetto fisico che su quello mentale. Promozione assolutamente meritata e adesso bisogna saper costruire e mettere solide basi per il futuro».•.

Luca Sguazzardo

Suggerimenti