CHIUDI
CHIUDI

25.05.2020 Tags: San Giovanni Lupatoto

I ragazzini tornano a correre Da oggi allenamenti a turno

Daniele Perbellini, presidente del San Giovanni Calcio
Daniele Perbellini, presidente del San Giovanni Calcio

Duecento ragazzi di otto squadre di calcio giovanile dell’associazione Calcio San Giovanni Lupatoto, oggi, lasceranno personal computer, telefonini e videogiochi per tornare a correre: un giorno la settimana, scenderanno sui campi di calcio per un’ora di allenamento tecnico di base che si svolgerà su due turni, in maniera articolata, fra le 18 e le 19 e le 19.30 e le 20.30. «Tutti noi stiamo uscendo da un momento di estrema difficoltà ma il calcio lupatotino vuole rialzare la testa e provare a ripartire proponendo, a tutto il suo settore giovanile, alcune ore alla settimana dove gli atleti possono, su base volontaria, riprendere l’attività calcistica», dice Daniele Perbellini, presidente dell’Asd Calcio San Giovanni Lupatoto. Per raggiungere questo obiettivo il presidente Perbellini e alcuni collaboratori hanno predisposto delle linee guida specificamente finalizzate a dare la possibilità ai giovani calciatori di tornare a correre su di un campo di calcio in assoluta sicurezza dopo mesi di stop forzato. Nella sostanza, stante l’obbligo di tenere una distanza di almeno 2 metri tra persona e persona, i ragazzi faranno esercizi e giocheranno con il pallone da soli, rispettando anche le altre prescrizioni, ra cui l’entrata e l’uscita da porte separate. «La società calcistica locale ha voluto in questo modo dare una risposta alle legittime richieste di molte famiglie preoccupate dalla prolungata permanenza a casa dei propri figli, spesso davanti alla tv o al computer, e allo stesso tempo consentire ai giovani atleti di riprendere il filo della propria formazione calcistica», aggiunge Perbellini. Il presidente Perbellini ci tiene a sottolineare come lo sport sia sempre stato una componente importante nella crescita dei giovani e in questa fase, dove altri riferimenti, come la scuola e le relazioni sociali, sono stati fortemente impattati (e nonostante il contesto socio-economico sia tutt’altro che roseo), non venivano offerte altre possibilità di svago. «È d’obbligo per una società come il San Giovanni provare a dare il proprio contributo affinché famiglie e giovani possano tornare alla normalità», dichiara il presidente. «Per fare tutto questo da oggi una ventina di allenatori si metteranno a disposizione di quasi 200 ragazzi, in un impianto totalmente rivoluzionato per consentire di fare calcio secondo le regole». L’amministrazione comunale ha accolto favorevolmente l’iniziativa del San Giovanni Calcio. «Plaudiamo alla formula escogitata dalla squadra lupatotina che permette ai ragazzi di uscire di casa e di ritornare a muoversi», dice Fulvio Sartori, assessore allo sport e vicesindaco, «La condizione è, per quanto ovvio, che vengano rispettate le regole, come le società si sono impegnate a fare. Devo però complimentarmi con i dirigenti delle società sportive che hanno cercato le soluzioni organizzative adeguate per, da una parte, attenersi alle regole di nuova emanazione e nello stesso tempo riaprire le attività sportive giovanili offrendo così una valida opportunità alle famiglie a i ragazzi. Qualche altra società sportiva locale, oltre al Calcio San Giovanni, ha già ripreso gli allenamenti». •

Renzo Gastaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie