CHIUDI
CHIUDI

15.09.2019

I 60 anni del Gruppo scout 1 «E potremmo essere di più»

Festa per il 60° di fondazione del Gruppo scout Bussolengo 1: oggi alle 11, l’alzabandiera e il rinnovo della Promessa al parco Baden Powell nel Quartiere Navigatori, alle 12.30 pranzo tra scout, scout ed ex amici, alla parrocchia di Cristo Risorto; alle 16, messa. Il ricavato della giornata sarà donato per il rimboschimento delle zone del Bellunese colpite dal maltempo nell’ autunno scorso. Attualmente il Gruppo scout Bussolengo 1 è composto dalla comunità capi con 18 effettivi, dal clan rover e scolte con 21, dal reparto esploratori con 47 e dal branco lupetti e coccinelle con 30. Per la maggior parte gli scritti provengono da Bussolengo, con alcuni elementi da Pescantina e Pastrengo. La sede per gli incontri è al centro sociale Don Calabria della parrocchia di Santa Maria Maggiore. «Il problema», spiega Renzo Maraia, attivo fin dagli anni della fondazione, «è la fortissime richiesta di partecipazione alle attività scout da parte dei ragazzi, che non possono essere tutte soddisfatte per la carenza di capi che fanno il loro servizio in modo volontario». Il Gruppo scout Bussolengo 1 fu fondato nel 1959 da Fiorenzo Scarsini, noto per il suo impegno nel sociale e nel mondo giovanile. «Erano anni di grande entusiasmo», ricorda lo stesso Scarsini, «e per questo si decise di dare vita a un reparto scout aderente a quella che era allora l’Asci, con la piena adesione del parroco di allora Francesco Lonardi e l’entusiastico impegno del mitico curato don Valdi. La parrocchia mise a disposizione la sede in un locale della “canonica vecia”, oggi ormai scomparsa». Un lavoro educativo che ha inciso in profondità. Conclude Scarsini: «Molti di quei ragazzi hanno saputo trasferire nell’intera esistenza personale, ma anche nei rapporti con gli altri e negli impegni della vita sociale e collettiva, un profondo senso dell’onore, dell’impegno, del servizio e sono fieri di aver un giorno abbracciato, attraverso lo scoutismo, la nostra speranza e il nostro impegno per un mondo migliore». •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1