CHIUDI
CHIUDI

28.05.2019

Tatuaggi per il Centro diurno anziani

Al Centro diurno anziani di Sant’Ambrogio si è tenuto un incontro importante per la consegna da parte dell’associazione di artisti tatuatori di un contributo a favore delle attività del centro. È l’associazione di promozione sociale Cacciatori d’Arte che come sottolinea il presidente Marco Incato, «nasce nel 2017 grazie ad un gruppo di amici e alla loro passione per il mondo del tatuaggio in tutte le sue forme artistiche. Il nostro obiettivo è far conoscere e avvicinare un pubblico sempre più vasto e variegato a questa cultura. Nel 2017 al quartiere fieristico ambrosiano si è tenuta la prima edizione del Verona International Tattoo Expo, dove è stata valorizzata l’arte e la tecnica del tatuaggio, mettendo al centro l’opera del tatuatore». «Nel 2018 abbiamo ripetuto l’esperienza e stiamo già lavorando alla preparazione della terza edizione. A conclusione dell’attività 2018 abbiamo pensato di fare una donazione al Centro diurno anziani di San Ambrogio di Valpolicella, Comune da cui è partita la nostra avventura». Roberto Zorzi, sindaco uscente, ha ringraziato il presidente Incato e l’intero staff dell’Aps Cacciatori d’Arte di Verona che hanno deciso di devolvere un contributo importante al Centro diurno anziani. «E con Fausto Mazzi, presidente della cooperativa sociale Cercate che gestisce le attività di tipo sociale all’interno del centro», ha aggiunto, «abbiamo pensato di utilizzare il contributo per rendere più sicuro il centro attraverso migliorie quali cancelletti e recinzioni nuove per il parco giochi in vista di un prossimo aumento posti da 10 a 16 anziani. L’accreditamento di ulteriori sei posti al Centro diurno anziani è un obiettivo importante raggiunto grazie al lavoro di squadra fatto dall’amministrazione comunale, dalla cooperativa Cercate e da tutti coloro che hanno a cuore il bene della comunità. Ringrazio le operatrici del centro, l’assistente sociale Cinzia Zancarli, la coordinatrice della cooperativa Cercate Daniela Faccioli e Beatrice Mariotto che segue la parte amministrativa dell’ ufficio assistenza». Alla consegna del contributo, presenti sindaco e assessore alle politiche sociali Emily Riolfi, il presidente della cooperativa Cercate Mazzi ha ringraziato il territorio e le associazioni che spesso sono vicine alla cooperativa •

Mirco Franceschetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1