CHIUDI
CHIUDI

19.09.2019

Romagnano ce l’ha fatta La scuola materna riparte

Una scuola materna
Una scuola materna

Gli esperti sostengono che «per invertire la tendenza della denatalità servono anzitutto servizi, come asili nido e scuole d’infanzia che aiutano le famiglie». Ne è convinto anche il nuovo direttivo della scuola d’Infanzia di Romagnano - parrocchiale affiliata alla Fism che offre il servizio a Romagnano ed Azzago (circa 1250 abitanti in tutto) - che si è adoperato tutta estate per superare alcune difficoltà e dare continuità a questo fiore all’occhiello del paese. È ripartita, più che mai motivata, la scuola materna, dopo vari incontri e accordi con i genitori di Romagnano e Azzago che hanno assicurato la frequenza dei loro bambini. Un servizio scuolabus porterà, come di consueto, i bambini di Azzago a Romagnano. Massimo Santi, presidente del nuovo comitato di gestione, ha sottolineato: «Non era giusto abbandonare questo edificio immerso nel verde, ben attrezzato e con molte possibilità, per i bambini, di attività all’aperto. Inoltre questa scuola, ben inserita nella realtà del paese, è un importante punto di riferimento e aggregazione sociale per i giovani genitori e tutta la comunità di Romagnano». I componenti del Comitato hanno lavorato per rinfrescare la struttura, effettuando manutenzione. La scuola è partita con una sezione - una quindicina di bambini dai 3 ai 6 anni - «con la speranza che si aggiungano altri bambini», ha precisato fiducioso il presidente Santi. L’edificio risale al 1923 ed è nato come asilo e casa delle suore del Cenacolo della Carità (Quinto Valpantena). Ebbe un intervento di restauro conservativo nel 1997, opera resa possibile grazie al lavoro dei volontari e al supporto della comunità. Oggi questa scuola ha quattro grandi aule per le varie attività didattiche, la sala mensa, la palestra e l’ampio cortile, attrezzato con vari giochi, tutti a norma. È dotata di una cucina industriale. Nel 1997 erano 45 i bambini che frequentavano, poi diminuitianche per il calo delle nascite. Nell’ultimo decennio, per carenza di vocazioni, le suore hanno lasciato la casa di Romagnano. La scuola materna, parrocchiale, ha un comitato di gestione che si avvale della collaborazione di personale specializzato. Ai genitori sono stati presentati il nuovo direttivo, le maestre – Sofia Bocchicchio e Michela Macchiella – che nel progetto educativo hanno compreso l’orto e l’inglese, la segretaria Maria Rosa Nicolis e la cuoca Serena Ederle. Molti i genitori presenti, compreso il consigliere di Romagnano Gianni Avesani e il sindaco Arturo Alberti. Questi ultimi molto soddisfatti dalla soluzione trovata, hanno dato supporto al comitato e assicurato che cercheranno di contribuire alle maggiori spese sostenute quest’estate. La scuola d’infanzia di Romagnano riceve un contributo annuo. •

A.SC.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1