CHIUDI
CHIUDI

06.10.2019

In arrivo i parcheggi a Romagnano

Lo spazio per il nuovo parcheggio a Romagnano FOTO AMATO
Lo spazio per il nuovo parcheggio a Romagnano FOTO AMATO

Il Consiglio comunale di Grezzana, all’unanimità, ha adottato la variante puntuale (numero 8) al Piano degli interventi e recepito un accordo pubblico-privato che prevede a Romagnano una modifica della destinazione d’uso di Villa Medici-Balis Crema: oltre che residenziale «a fini turistici, ricettivi e ristorazione». L’accordo prevede da parte della ditta proponente l’abbattimento di una tettoia (circa 65 metri quadrati) e l’utilizzo di crediti edilizi che consentono una nuova costruzione di 200 metri quadrati, senza consumo di nuovo suolo e la realizzazione di un parcheggio a uso pubblico, di 1.220 metri quadri, per 20 posti auto, con l’obbligo di manutenzione ordinaria e straordinaria dello stesso parcheggio, nonché l’assunzione delle spese notarili e di progettazione. L’impegno del Comune: la redazione della variante (spese a carico della ditta proponente), il cambio d’uso degli edifici e dell’area adibita a parcheggio. Un intervento quest’ultimo, ritenuto dai consiglieri, «importante anche per la sicurezza dei cittadini della frazione». Il vice sindaco Plinio Menegalli, con delega anche all’urbanistica, ha spiegato: «Per questo accordo si è stimato un plusvalore della ditta, in termini assoluti, di 210mila euro, equivalente alla realizzazione del parcheggio con accessori, senza oneri per il comune. Ci è sembrato congruo». Il consigliere di maggioranza Gianni Avesani (abita a Romagnano) ha aggiunto: «Ritengo che l’intervento vada a risolvere un problema fin qui irrisolto, quello della mancanza di posti auto adiacenti alla chiesa, e quindi sono sicuro che sarà ben usufruito. Sono inoltre convinto che l’intero progetto di restauro e recupero con destinazione residenziale turistico-ricettiva e ristorazione dell’intero complesso della Villa rappresenti per Romagnano e la Valpantena, un valore aggiunto e prestigioso. Mi auguro, però, non diventi una cattedrale nel deserto, luogo destinato a pochi privilegiati. Quindi invito gli enti e uffici a vigilare affinché nella realizzazione vengano rispettati gli accordi sottoscritti, norme e regolamenti». Il collega Ilario Bombieri, ha aggiunto: «Il parcheggio seppur necessario cambia l’aspetto all’inizio del paese. Quale sarà l’impatto ambientale?». Anche Cristian Brunelli del Gruppo misto ha espresso parere favorevole sottolineando: «Un’area sicuramente utile alla popolazione, dove si vive pesantemente il problema del posto auto, specie quando ci sono delle celebrazioni importanti. Mi chiedevo: il calcolo del beneficio pubblico è stato calcolato in maniera corretta?». La risposta del vice sindaco Menegalli non si è fatta attendere: «Ovviamente abbiamo fatto le nostre considerazioni, su un computo metrico presentato dalla ditta, il costo definitivo sarà valutato in sede di permesso a costruire, che tiene conto dei materiali, delle finiture e delle soluzioni che mitigano anche l’impatto ambientale». Per il consigliere Mauro Fiorentini, della lista Grezzana e Frazioni «l’utilità pubblica del parcheggio nel paese Romagnano è indubbia. Mi auguro che l’intervento del privato abbia risvolto positivo per entrambe le parti. Interventi di questo tipo sul nostro territorio li considero positivi». La ditta proponente ha 120 giorni, dall’approvazione della variante, per presentare il progetto definitivo e 18 mesi dal rilascio del permesso a costruire, per realizzare l’intera opera. Soddisfatto anche il sindaco Arturo Alberti che ha appoggiato le varie osservazioni e si è augurato «un iter burocratico della variante adottata e della realizzazione dell’ opera senza troppi intoppi». La variante dovrà essere sottoposta ad altre verifiche, stabilite dalle normative, prima di essere approvata definitivamente dal Consiglio comunale. •

Alessandra Scolari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1