CHIUDI
CHIUDI

22.12.2019

Dal Dosso fa rinascere la fontana Vecia

Ci sono persone che investono risorse e passione per il proprio paese. Una di queste è, senza dubbio, Marcellino Dal Dosso che, negli ultimi anni, scopre scorci e storie inedite del suo paese di origine, Rosaro, li recupera e li promuove con audiovisivi come quella della «Fontana Vecia» che sarà inaugurata oggi, alle 11.30, con una festicciola al circolo Noi, con il gruppo Alpini e l’intrattenimento musicale del duo Morandini. L’opera ha coinvolto tutto il paese. «Quest’estate», spiega Dal Dosso, «percorrevo il sentiero giù per il Vallen, meta di giochi per noi ragazzi e, quando nevicava, con slitta o sci. Arrivato alla vecchia fontana, l’ho trovata in stato di abbandono, eppure in passato era il fulcro, il ritrovo per la comunità». Lo sconcerto per Dal Dosso è stato tale che il cugino Elio con il figlio Stefano (giardiniere), sono andati a liberare la fontana da spine e ramaglie. Sono emerse tre bellissime pareti che hanno stimolato Dal Dosso, pittore, a dare nuova vita ai tre dipinti delle pareti. L’artista ha coinvolto Annamaria Grisi e la sorella Teresa esperte in affreschi. Poi bisognava recuperarne la storia per il video dal titolo «Forse si può». Di certo si sa che la fontana in passato serviva alle donne per lavare i panni, alle mucche per bere e ai ragazzini per giocare. Fu ricostruita nel 1962 dal Comune. Con il boom economico la fontana perse le sue funzioni. «L’acqua è vita e la fontana Vecia è rinata», sottolinea Dal Dosso che le ha dedicato anche una poesia ricordandone il ruolo: «Ora, i figli dei tuoi figli, con passione e nostalgia, rinata ti hanno voluto: più bella di prima». La cittadinanza è invitata all’inaugurazione. Si parte alle 11 dal piazzale della chiesa (servono scarpe comode, la strada è sterrata) e si cammina accompagnati. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata. •

A.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie