CHIUDI
CHIUDI

21.05.2019

Approvato il bilancio Avanzo di 1,3 milioni

Il Consiglio comunale di Grezzana ha approvato, con l’astensione dell’opposizione, il bilancio dell’esercizio 2018, chiuso con un avanzo di 1.306.125 euro e il piano di destinazione. In parte è stato accantonato nel fondo «crediti di dubbia esigibilità» (225.228 euro) e nel «fondo contenziosi» (122mila euro), in parte vincolato dai principi contabili e dalla contrazione dei mutui (257.976 euro) e il rimanente a nuovi investimenti. Tra questi, 20mila euro per l’informatizzazione del Comune; 50mila euro per la messa a norma della ex scuola elementare di Alcenago «per renderla agibile e fruibile dalle associazioni di volontariato», ha spiegato il sindaco Arturo Alberti; 122mila euro per gli impianti sportivi «palestra di Stallavena, rifacimento del campo in erba sintetica a Corrubio, sistemazione di servizi nel campo di viale Olimpia e un eventuale percorso fitness che va da via Caduti del lavoro (cimitero) alla biblioteca, fino al parco pubblico di Via Pacinotti», ha precisato l’assessore allo sport Sergio Birtele e 108mila euro per l’illuminazione pubblica; seguono opere per la sistemazione del territorio (155mila), del marciapiedi di via delle Colline a Lugo (120mila) e per la rotonda a Rosaro (175mila), gli altri 175mila finanziati dalla Provincia. A questi si aggiungono stanziamenti per debiti fuori bilancio (96.883 euro), per la valorizzazione del territorio (10mila euro), la sicurezza e il miglioramenti della viabilità (15.512 euro), per le tossicodipendenze (7.000 euro) e per lo sportello lavoro (8.000). IL SECONDO STRALCIO della pista ciclopedonale Grezzana- Stallavena slitta al 2020 e sarà coperta per il 50 per cento (con un importo di 260mila euro) dalla Regione Veneto. Tra le voci significative di bilancio, citate dal relatore della delibera il consigliere Francesco Farlegni con delega al bilancio, le entrate tributarie: 1.160.692 Irpef, 1.576.227 Imu, 955.876 Tasi, 1.224.839 Tari; tra le extratributarie i fitti attivi per 75.727 euro e i canoni sul gasdotto (233mila euro e l’acquedotto 109mila euro). Tra le spese correnti (6.683.413 euro) i costi del personale 1.672.843 per 41 dipendenti e le spese per beni e servizi (3.487.473 euro). Delibere che sono passate in votazione, dopo che la consigliera di opposizione Elisa Brunelli ha ricordato «la casa di riposo», ma le è stato risposto «l’argomento non è all’ordine del giorno».

A.SC.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok
giro2019 giro2019