CHIUDI
CHIUDI

11.03.2019

Dalle vongole alla medusa censite 44 specie «extra»

La medusa del Garda
La medusa del Garda

Conta già almeno 44 specie ufficialmente censite l’invasione di organismi alieni nel Garda, dalle piante ai pesci, capaci di sottrarre risorse ai «padroni di casa» e di alterare gli equilibri dell’ecosistema. Un quadro quasi completo si trova nel report della prestigiosa Fondazione Edmund Mach, che svolge studi di alto profilo scientifico. Uno studio di un paio di anni fa fissava a 42 la presenza di specie non autoctone nel Garda, numero che nel frattempo è salito con altri due avvistamenti, ultima una sorta di vongola gigante, una bivalva del genere Anodonta, lunga fino a 35 centimetri e presente in colonie già molto numerose. In particolare nel lago sono segnalate 17 specie di invertebrati, 23 di pesci, tre di piante acquatiche e una di macroalghe di origine alloctona. Quelle più invasive? Fra gli invertebrati il Gambero americano Orconectes limosus. Molto presenti anche le due specie di «vongole cinesi» Corbicula fluminea e Corbicula fluminalis. Vi è poi il «gamberetto killer», Dikerogammarus villosus, temibile predatore per le uova dei pesci. Ma l’avvistamento più straordinario è la medusa d’acqua dolce della specie Craspedacusta Sowerbii, osservata però una sola volta nel 2008.

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019