Centri estivi, si comincia Ospiteranno mille ragazzi

Centri estivi  Babini impegnati in un’attività in una foto di repertorio
Centri estivi Babini impegnati in un’attività in una foto di repertorio
Centri estivi  Babini impegnati in un’attività in una foto di repertorio
Centri estivi Babini impegnati in un’attività in una foto di repertorio

Sono oltre mille i ragazzi di San Giovanni Lupatoto che frequenteranno i centri estivi organizzati da almeno otto gruppi e associazioni e dal comune. L’amministrazione propone il progetto Family Plus che verrà addirittura rinforzato. Spiega l’assessore Debora Lerin: «Si svolgeranno centri estivi organizzati dal Comune nell’ambito del progetto Family+, accogliendo le bambine e i bambini dell’età compresa tra i 3 e i 6 anni nelle strutture dell’infanzia Garofoli e Giovanni XXIII, e le ragazze e i ragazzi, con età superiore ai 6 e fino ai 13 anni, alla scuola primaria Ceroni». «Con il preciso scopo di assicurare una maggiore risposta possibile alle famiglie richiedenti affinché non rimangano escluse, saranno proposti anche periodi diversificati da quelli richiesti, razionalizzando eventuali posti rimasti ancora disponibili», aggiunge Lerin. «Negli scorsi due anni erano stati accolti più di 150 minori in turni di due settimane, coprendo anche un periodo più esteso rispetto ai precedenti arrivando alle dieci settimane», continua l’assessore. Le richieste verranno accolte fino ad esaurimento dei posti, dando precedenza alle famiglie residenti nel Comune lupatotino e tra queste alle famiglie più fragili o segnalate dai nostri Servizi Sociali», prosegue Lerin. Il costo è di 90 euro per ogni turno di 15 giorni (immutato rispetto al 2021) e include il pranzo, l’accoglienza è alle 9 e le attività si svolgono fino alle 16. L’amministrazione comunale interverrà, attraverso volontari di progetti di inclusione sociale, a supporto dei partner organizzatori dei centri estivi per il rispetto delle normative Covid-19. Quest’anno però non sono previsti dalle normative accorgimenti specifici per contenere i contagi. Per ricevere tutte le informazioni utili, il programma e l’apertura delle iscrizioni si può consultare il sito www.comune.sangiovannilupatoto.vr.it (comunità/family) o recarsi al punto informativo Family+ dei servizi sociali del Comune di San Giovanni Lupatoto (martedì e giovedì dalle 10 alle 13 «Alcuni studi confermano ciò che vediamo anche ai nostri servizi sociali e cioè il pesante impatto sui minori delle limitazioni delle attività didattiche, educative, ricreative e sportive. «Per questo, l’obiettivo dell’amministrazione», sottolinea l’assessore al sociale e alla famiglia Maurizio Simonato, «è dare sollievo ai minori che molto hanno sofferto dell’isolamento nell’emergenza». «L’amministrazione comunale», interviene l’assessore all’infanzia e adolescenza Debora Lerin, «si è sempre impegnata molto per rendere possibili i centri estivi non solo per un concreto sollievo alle famiglie, ma anche per far trascorrere l’estate ai minori in un ambiente sicuro». Ci saranno poi i centri estivi di associazioni e delle società sportive. A partire dalla conferma delle proposte storiche della Libertas Lupatotina (dal 13 giugno al 9 agosto) e del Brucone - Lupatotina Adige Buon Pastore (dal 13 giugno al 2 settembre), a cui si aggiungono il Summer Camp dell’Athena (13 giugno - 9 settembre), il Camp Skate dell’Agape (dal 13 giugno al 29 luglio), il Campus estivo del tennis (dal 13 giugno al 9 settembre), il campus dell’associazione calcio San Giovanni e quello della parrocchia di Raldon.•.

Renzo Gastaldo