CHIUDI
CHIUDI

30.06.2020 Tags: San martino Buon Albergo

Ca’ Vecchia, bonifica nel mirino

Ca’ Vecchia, l’area sulla quale si trova il capannone è inquinata FOTO PECORA
Ca’ Vecchia, l’area sulla quale si trova il capannone è inquinata FOTO PECORA

È stata respinta dalla maggioranza la mozione firmata dai consiglieri Claudio Ferrarini e Lorenza Faccioli, della minoranza «San Martino Domani», sull’ampliamento della discarica di Ca’ Vecchia. Si chiedeva al Consiglio comunale di San Martino e alla giunta di «conferire un incarico professionale, anche congiuntamente con gli altri Comuni interessati, per l’analisi del progetto: Interventi di completamento della bonifica dell’area di Ca’ Vecchia». Nella mozione si chiedeva inoltre «la presentazione di osservazioni alla Regione Veneto a tutela della salute dei cittadini e ancora di chiedere alla Regione l’emanazione di un provvedimento formale di archiviazione del progetto di delocalizzazione numero 46 del 2012». Quest’ultimo è in pratica il progetto di stoccaggio e trasformazione con 11 linee per varie tipologie di rifiuti pericolosi e non pericolosi, dalla carta ai residui di fonderia, dal vetro ai fanghi di lavorazione dei metalli, dalla plastica alle ceneri pesanti e scorie; dal legno ai rifiuti organici con sostanze pericolose. L’ampliamento invece si aggiungerebbe alla discarica autorizzata per un milione e mezzo di metri cubi su una superficie di 22 ettari, con altri 750mila metri cubi richiesti per realizzare la bonifica di un’area risultata inquinata. «Con le minoranze dei Comuni contermini (Verona, San Giovanni Lupatoto e Zevio) ci siamo impegnati per chiedere alla Regione l’archiviazione del progetto di delocalizzazione e il conferimento di un incarico professionale per la preparazione di osservazioni pertinenti e sostenute da pareri scientifici in merito alla bonifica del sito», ha precisato Ferrarini. Ma l’ipotesi è respinta dal vicesindaco e assessore all’Ecologia Mauro Gaspari: «Il nostro ufficio Ecologia segue da un decennio la questione e la conosce quanto basta per presentare uno studio non fazioso sul progetto di bonifica. Per quanto riguarda l’impianto di trattamento, siamo fiduciosi che l’azienda Adige Ambiente, che lo ha presentato in Regione, sia anche intenzionata a ritrarlo». «Sappiamo come funzionano gli affidamenti di incarichi: i tecnici rispondono all’ente che commissiona l’indagine arrivando alle conclusioni attese», denuncia Gaspari. Ma Gianluca Zanini, capogruppo di Cittadini al centro, respinge questa lettura: «Non si può partire presumendo che un tecnico esterno faccia una relazione sulla base di elementi non oggettivi. In questa maniera si scredita il lavoro di tutti. Piuttosto, affrontiamo la questione in maniera seria per capire che cosa si possa fare per risolvere la questione», è il suo suggerimento permeato di spirito di collaborazione. Il sindaco Franco De Santi ha voluto ribadire che il tema di fondo è l’inquinamento, dimostrato, dell’area: «Dobbiamo aver fiducia negli enti che ci governano e ci indicano la strada da seguire. Io sono fortemente preoccupato per l’ampliamento della discarica, ma dico anche che al Comune sarebbero necessari come minino 15 milioni di euro per risolvere la questione. Sediamoci attorno a un tavolo, facciamo le nostre osservazioni e ascoltiamo quelle degli altri». Umberto Toffalini (Siamo San Martino) ha ribadito che si sapeva da tempo che l’inquinamento esisteva. «Piuttosto la difficoltà è dimostrare quanto ce ne sia», ha sottolineato, «e quanto serva per la bonifica. Il ruolo della politica è assumersi queste responsabilità, indicando una direzione». «Le porte sono aperte a qualsiasi collaborazione per risolvere la questione ambientale», ha risposto il sindaco De Santi. Intanto è in programma per domani pomeriggio un incontro a Ca’ Vecchia con tutti gli amministratori dei Comuni adiacenti all’area inquinata, incontro che segue quello avvenuto nei giorni scorsi con gli amministratori sanmartinesi per far vedere la zona di intervento per la bonifica e le metodologie all’avanguardia adottate dall’azienda per la gestione della discarica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie