CHIUDI
CHIUDI

05.07.2019

Scappa dopo l’incidente Rintracciata grazie alla videosorveglianza

Video sorveglianza stradale
Video sorveglianza stradale

Si può essere perseguiti per omissione di soccorso nel caso in cui l’incidente abbia provocato lesioni mentre, se non ci sono feriti, esiste l’eventualità di una sanzione amministrativa che prevede la sospensione della patente. Chi scappa, comunque, è facile sia rintracciato, come è successo, tramite videocamere, ad una signora che aveva provocato un incidente, il 28 giugno, a Bussolengo, in via Gardesana, alla rotatoria del Leòn, con tamponamento di un’altra vettura ed ha poi proseguito la sua corsa senza fermarsi e senza prestare soccorso. La vittima di questo triste epilogo C.G., che ha sporto denuncia ai carabinieri, racconta: «Ho sentito una gran botta ma per fortuna la mia auto ha ripreso a funzionare per cui mi sono subito fermata a pochi metri di distanza, con l’intento di scambiarci i dati con chi mi aveva tamponato. Ma la conducente del mezzo invece non si è fermata e a quel punto ho iniziato a rincorrerla, senza raggiungerla Purtroppo, a causa del traffico e della velocità, si è poi volatilizzata. Ho provato una gran rabbia e impotenza di fronte a questo torto subito. Ma ho saputo che, in poco tempo, grazie alle telecamere della Polizia locale, è stata individuata la targa del veicolo». L’incidente, infatti, era stato rilevato dalla Polizia locale di Bussolengo che aveva poi visionato i filmati e rintracciato la signora fuggita. Un’operazione andata a buon fine, con l’identificazione della responsabile del tamponamento. Negli uffici della Polizia locale, il vice comandante Rinaldo Robbi si dice contento del risultato: «Per noi è routine che gestiamo grazie al fondamentale ausilio delle telecamere di videosorveglianza che controllano tutti i punti chiave di Bussolengo. Il nostro servizio, è giusto precisarlo, nasce con l’obiettivo di essere al servizio della cittadinanza e di costituire un punto fermo. La telecamera del Leòn, inoltre, è collegata 24 ore su 24 con carabinieri e Polizia locale di Bussolengo. Questo garantisce un monitoraggio continuo». Anche l’assessore alla Polizia locale, Giovanni Amantia, è soddisfatto dell’operato dei vigili: «Grazie ai mezzi tecnologici, aumentati anche nell’ultimo anno a Bussolengo, per chi compie un reato sarà sempre più difficile farla franca. Prossimamente arriveranno ulteriori mezzi e per di più a costo zero per il Comune, grazie ad un bando ministeriale a cui abbiamo partecipato. Se a questo aggiungiamo anche l’ottima esperienza investigativa delle nostre forze dell’ordine, nella fattispecie la Polizia locale ma anche dei militari della locale stazione dei carabinieri, otteniamo così un eccellente risultato. Tempi duri quindi per chi non si ferma dopo un sinistro stradale». «Il nostro codice della strada prevede sanzioni molto pesanti, imponendo degli obblighi sui comportamenti da tenere in caso di incidente: ci si augura possano essere osservati per mantenere una civile convivenza», conclude Amantia.

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1