CHIUDI
CHIUDI

10.12.2019

Rosa di San Valentino simbolo del Distretto che punta sugli sposi

Rose simbolo di San Valentino
Rose simbolo di San Valentino

Bussolengo è tra i 57 comuni veneti che hanno ottenuto dalla Regione il finanziamento per lo sviluppo del Distretto del commercio. L’obiettivo è la valorizzazione delle attività commerciali cittadine rigenerando il tessuto urbano. Il comune ha ottenuto 250 mila euro. «Per Bussolengo è una grande opportunità. Siamo soddisfatti del lavoro, che ci permette di cogliere un’occasione di crescita», sottolinea il sindaco Roberto Brizzi. «L’area distrettuale», continua, «corrisponde al centro storico ed è stata individuata grazie a uno studio del Politecnico di Milano. Il nostro progetto verrà finanziato subito». Un lavoro che era stato impostato dalla precedente amministrazione Boscaini che aveva ottenuto per Bussolengo il riconoscimento di distretto per il commercio nel 2018, con l’impegno dell’assessore Carlo Maraia. Il tema del progetto è rappresentato dal logo del Distretto incentrato sul marchio della Rosa di San Valentino, attorno a cui ruotano imprese commerciali e servizi nel campo dei matrimoni. A partire dal settore floreale con la rosa di San Valentino, fino a imprese artigiane che propongono prodotti unici come l’anello con la rosa e il profumo Serapia prodotto dalle farmacie locali e ambienti per organizzare matrimoni come Villa Spinola. «L’amministrazione e gli uffici comunali hanno lavorato per predisporre al meglio la presentazione del nostro progetto nelle modalità e nei termini richiesti dalla Regione. Il risultato raggiunto è la migliore ricompensa per il grande impegno», precisa l’assessore alle attività produttive e promozione del territorio, Massimo Girelli. «Abbiamo ottenuto dalla Regione un contributo pari alla metà dell’investimento previsto, grazie all’ottima valutazione che ci è stata assegnata e ci ha permesso di posizionarci nella parte alta della graduatoria», conclude l’assessore. «Un risultato importantissimo, per il quale ringrazio tutti quelli che si sono adoperati: dipendenti comunali, attività del territorio, organizzazioni e associazioni che hanno aderito all’accordo», spiega Davide Furlani, consigliere con delega al commercio. «Nel redigere il progetto presentato in Regione abbiamo tenuto conto di quattro macro finalità che l’amministrazione ha a cuore: rigenerare il tessuto urbano, attivare indirizzi legati alle smart cities, attivare azioni innovative di politica attiva e promuovere sinergie. Tutte diventeranno progetti che verranno sviluppati nei prossimi 18 mesi. Uno di questi, è un portale di comunicazione che crei una piazza virtuale dove le nostre attività commerciali si presenteranno in maniera innovativa e che in futuro possa anche essere utilizzato anche per le vendite online».

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1