CHIUDI
CHIUDI

17.11.2019

Recuperati i pesci dal canale in secca

Una stagione complessa per il Consorzio di bonifica veronese, quella che si è conclusa di recente, a causa di periodi siccitosi sempre più frequenti e sempre più ampi, mentre oggi ci si trova a combattere, al contrario, con il rischio di esondazioni. Il Consorzio, che fornisce l’irrigazione a settanta Comuni della provincia veronese, è riuscito comunque a garantire per tutta l’estate il servizio di irrigazione, grazie all’ impegno dei suoi tecnici e di tutto il personale, fornendo da aprile alla fine di settembre, a quasi 12mila aziende agricole distribuite sul territorio, ben 300 milioni di metri cubi d’acqua che hanno consentito loro di poter lavorare. Al termine della stagione irrigua, come da tradizione e come previsto dalle norme di legge, il Consorzio ha quindi provveduto al recupero ittico dal canale principale, a Bussolengo, prima della messa in secca del canale stesso. Martedì primo ottobre il personale del Consorzio, assieme ai volontari dell’Associazione dei pescatori della Provincia di Verona, ha provveduto a recuperare circa 80 chilogrammi di trote fario, oltre ad un quantitativo importante di temoli, di trote iridea e diverse trote marmorate, insieme a barbi e cavedani. «Il personale impegnato nel recupero ittico», spiega il presidente del Consorzio di bonifica veronese, Antonio Tomezzoli, «ha inoltre recuperato, e questa è una bella novità, alcuni esemplari di spinarelli e di scazzoni, specie di pesci che vivono solo in acque particolarmente pulite e che testimoniano l’ottima qualità dell’acqua che viene utilizzata per l’irrigazione dei terreni del comprensorio di competenza del Consorzio». Tutti i pesci recuperati dal canale principale della rete irrigue sono stati successivamente rilasciati sani e salvi in Adige. •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1