CHIUDI
CHIUDI

19.03.2019

Minaccia l'ex socio
con un coltello:
preso e condannato

Il coltello trovato addosso all'uomo
Il coltello trovato addosso all'uomo

Un tempo compagni di partite a bocce, poi soci in affari e infine nemici giurati. Tanto che ieri, uno dei due sessantenni di Bussolengo è finito in manette con l'accusa di stalking e ha rimediato una condanna a otto mesi di reclusione, pena sospesa.

 

È successo ieri, in tarda serata, quando i carabinieri di Bussolengo sono stati chiamati dalla vittima, un 60enne della zona, preoccupato per l'arrivo minaccioso alla bocciofila del suo ex socio in affari, un 63enne anch'egli di Bussolengo. L'uomo si era già reso responsabile di molestie e minacce legate a presunti danni economici che l'ex amico gli avrebbe procurato nel corso di una collaborazione in un'impresa di import-export tra Italia e Romania.

 

Un'attività che non aveva soddisfatto nessuno dei due, solo che il primo si era limitato a procedere per vie legali mentre il secondo, arrestato ieri sera, aveva pensato di farsi giustizia da solo pedinando e minacciando più volte l'ex socio. Fino a ieri sera quando è stato fermato dai militari che, accorsi alla bocciofila, l'hanno trovato in possesso di un grosso coltello a serramanico.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1