CHIUDI
CHIUDI

23.09.2019

La carica dei giovani dipendenti comunali

L’assessore al Personale di Bussolengo Massimo Girelli
L’assessore al Personale di Bussolengo Massimo Girelli

Un cambio generazionale che interessa un quarto del personale in servizio nel municipio di Bussolengo: è di queste proporzioni il movimento in uscita di impiegati previsto nel triennio 2018 -2021 e anticipato dai recenti pensionamenti, nell’anno in corso, di molte figure storiche. Lo spiega Massimo Girelli, assessore al personale. «Siamo di fronte», dice, «ad un significativo cambiamento della configurazione della pianta organica dei dipendenti comunali. Nella maggior parte dei casi si tratta di fuoriuscite per pensionamento: saranno, infatti, ventitrè i dipendenti che andranno in pensione. A questi si aggiungono altri sette dipendenti che dal 2018, per altre ragioni, sono usciti dalla pianta organica del comune. Complessivamente, quindi, almeno trenta persone lasceranno il servizio». I dipendenti comunali di Bussolengo sono passati dai 113 del 2018, ai 108 del 2019 ai 106 di oggi. Per sostituire i pensionati sono stati banditi concorsi, alcuni già completati, altri in fase conclusiva e in alcuni casi si è ricorsi alle procedure di mobilità. «Come amministratori è nostra responsabilità», continua Girelli, «aiutare il Comune a programmare e ad effettuare le migliori scelte per affrontare questa fase di cambiamento e di rinnovamento. Ciò significa saper individuare le persone e le competenze giuste perché il Comune non perda di professionalità, cercando di migliorare sempre i servizi e il rapporto con i cittadini. Molte delle persone che andranno a godersi la meritata pensione, sono vere e proprie memorie storiche del comune». «Alcuni dipendenti», aggiunge, «hanno prestato servizio per decenni all’interno della casa comunale. Ci mancherà il loro bagaglio di esperienza e conoscenza che cercheremo di colmare nei migliore dei modi». Dal 2018 ad oggi sono state inserite in organico sei persone e altre sette sono in fase di inserimento. «Ci tengo a sottolineare», precisa Girelli, «che l’impatto con i nuovi dipendenti è assolutamente positivo: nella maggior parte dei casi sono giovani, con buona preparazione, che dimostrano entusiasmo, voglia d’imparare portando inoltre una visione ed un contributo innovativo per migliorare i servizi. Nell’era dell’amministrazione digitale, pensiamo sia necessario confrontarsi con tutte quelle soluzioni tecnologiche che possono essere un importante supporto al lavoro quotidiano, offrendo una marcia in più nella sfida di ridisegnare processi, semplificare procedure e quindi ottimizzare i risultati dell’azione amministrativa. Per questo guardiano con interesse anche a quello che può offrire il mercato dei servizi specialistici». Un altro punto è affidare all’esterno alcuni servizi. «Alcune attività», conclude l’assessore Girelli, «ha più senso che siano affidate a professionalità esterne, in grado di ridurre il carico di lavoro delle strutture comunali. Questo permette economie di scala che incidono positivamente sulle casse comunali e di conseguenza sulle tasche dei cittadini. Come assessore al personale, a nome di tutta l’amministrazione comunale ribadisco l’impegno nei confronti di tutti i cittadini e ringrazio pubblicamente tutto il personale, in servizio e non, che con grande dedizione, spirito di servizio e responsabilità sta traghettando il nostro Comune in questo significativo passaggio». •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1