CHIUDI
CHIUDI

10.09.2019

«Gli spogliatoi del Tennis club sono necessari»

I nuovi spogliatoi del Tennis club di Bussolengo sono necessari perché le attuali strutture si rivelano ormai insufficienti e non a norma. Franco Trevisani, storico presidente del Circolo del tennis bussolenghese interviene nella polemica scatenata prima sui social e poi a livello istituzionale dal progetto di rifacimento degli spogliatoi agli impianti sportivi che comporterebbe il taglio di tredici alberi per far posto alla struttura. «Gli attuali spogliatoi», spiega il presidente, «sono stati costruiti circa cinquant’anni fa. Allora c’erano solo due campi e quaranta soci. Oggi ci sono sei campi, dei quali quattro coperti, e duecento soci. Le donne che utilizzano queste strutture sono aumentate notevolmente in questi ultimi anni e non hanno uno spogliatoio dedicato. Inoltre è importante per l’Associazione tennis adeguarsi alle ultime normative sulle barriere architettoniche. Gli spogliatoi attuali sono insufficienti, inoltre sono carenti sotto l’aspetto igienico sanitario. Ricevo continue lamentele da parte dei soci». Sulla base delle problematiche emerse si è lavorato a diversi progetti, dialogando con le ultime amministrazioni, per realizzare una struttura che potesse soddisfare queste esigenze. Nel 2017 è stato presentato l’ultimo progetto e dopo un lungo iter burocratico è stato approvato in Consiglio comunale nel 2018 dall’amministrazione Boscaini. «Il progetto esecutivo finale», conclude Trevisani, «è stato approvato in luglio dalla Giunta comunale attuale che ha prescritto l’impianto di nuove alberature nel circolo sportivo. Ringrazio le due amministrazioni per la fiducia nei confronti dell’associazione tennis. Mi dispiace che il progetto preveda il taglio di alcune piante, ma era l’unica ubicazione disponibile per ridurre l’impatto ambientale e usare minor area verde possibile. Infatti lo spogliatoio è stato posizionato a ridosso delle strutture esistenti cercando di sfruttare le pavimentazioni disponibili e i sottoservizi. Sono comunque in contatto con l’amministrazione per studiare ulteriori soluzioni per salvaguardare il maggior numero di piante possibili». Ribadisce il sindaco Roberto Brizzi: «Dopo un primo incontro coi rappresentanti del Circolo del tennis è emersa la volontà di rivedere in parte il progetto per migliorarlo. A loro va il mio ringraziamento per la disponibilità. Ai cittadini che si sono mobilitati per salvaguardare gli alberi garantisco che l’amministrazione è attenta alla tutela del patrimonio arboreo del Comune e oltre ad un piano di ripiantumazione di alberi morti stiamo predisponendo interventi sui vari impianti di irrigazione mancanti o rovinati». •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1