CHIUDI
CHIUDI

29.10.2019

Assiste in diretta al furto, arrestato rapinatore

I Carabinieri di Bussolengo l’hanno trovato con le bottiglie di alcolici nascosti nel giubbotto dopo aver oltrepassato le casse dell’Auchan. E così per M.A., veronese, 29 anni, disoccupato, è scattato l’arresto con l’accusa di rapina impropria per aver ingaggiato una colluttazione con gli agenti della vigilanza dell’Auchan per garantirsi la fuga. È stato un addetto alla sicurezza due giorni fa, a richiedere l’intervento di una pattuglia dopo aver intercettato il giovane nella galleria. M.A. aveva appena superato le casse dell’ipermercato e, per guadagnarsi la fuga, nel divincolarsi, ha spintonato cinque addetti alla sicurezza intervenuti in ausilio del collega. La guardia giurata, in particolare, impiegata nella sala video del Centro commerciale, controllando le videocamere, ha notato il comportamento sospetto del giovane nella corsia dei vini che temporeggiava con diverse bottiglie di alcolici che poi occultava nel giubbotto. Quando la guardia giurata ha constatato che il ragazzo si stava dirigendo verso l’uscita, realizzando che stava per commettere un furto, ha lasciato la postazione, è sceso al piano terra e assieme ad un collega, ha intercettato la persona in galleria, subito dopo aver superato le casse dall’uscita senza acquisti. Gli è stato chiesto di aprire una zip della tasca e il giovane ha estratto le bottiglie trafugate. Il ragazzo manifestava un'apparente calma durante il controllo delle guardie giurate ma all’improvviso ha cercato di divincolarsi, spintonando gli agenti della vigilanza ma è stato bloccato e trattenuto fino all’arrivo della pattuglia dei Carabinieri. M. A. è stato poi portato nelle camere di sicurezza a Peschiera. Ieri al termine della direttissima è stato disposto per lui la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Questura e l’obbligo di dimora a Verona. Il processo riprende a dicembre. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1