CHIUDI
CHIUDI

10.10.2019

Arrivato il nuovo pulmino Fevoss Crescono i servizi

Il nuovo pulmino della Fevoss
Il nuovo pulmino della Fevoss

Battesimo del nuovo pulmino, consegnato dall’assessorato ai Servizi sociali alla Fevoss, nell’ex scuola Danese, sede del gruppo. Sono intervenuti l’assessore al Sociale Silvana Finetto, il parroco di Santa Maria Maggiore, il presidente di Fevoss Verona, Renzo Zanoni, le assistenti sociali del Comune e altri referenti di gruppi provinciali Fevoss. Il gruppo bussolenghese della Fevoss si occupa di trasporto di anziani, disabili e persone sole ai luoghi di cura. Dispone di una «Linea Argento», attiva il martedì e il giovedì per il trasporto degli anziani per visite mediche all’ospedale o al mercato settimanale. Sottolinea il capo gruppo, Rodolfo Cicco: «Questo pulmino si aggiunge agli altri mezzi, un Doblò, un Volkswaghen e un vecchio Ducato in attesa di essere sostituito. È arrivato tramite l’associazione “Progetto del cuore” che opera con vari sponsor per sostenere le spese di acquisto. Il progetto ha avuto come testimonial Maurizio Costanzo, Massimo Giletti e Annalisa Minetti. Il mezzo, che ci viene concesso in comodato d’uso per otto anni, ha la pedana mobile e lo useremo per il trasporto di persone con disabilità verso struttura di cura o scuole. Siamo sempre alla ricerca di nuovi autisti e volontari che possano dare il cambio, affiancandosi nei turnisti attuali». «Questo progetto», conclude l’assessore Silvana Finetto, «ha una grande finalità di inclusione sociale e può essere un valido sollievo per persone fragili. Averlo è stato possibile grazie anche al contributo economico di 27 commercianti del paese, ai quali va un plauso per la loro generosità e sensibilità verso le fasce più deboli. Sul mezzo sono affissi i loro loghi dei partecipanti». •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1