«Bussolengo premia» al volontario Veronesi

La consegna del riconoscimento Bussolengo Premia a Vittorino Veronesi
La consegna del riconoscimento Bussolengo Premia a Vittorino Veronesi
La consegna del riconoscimento Bussolengo Premia a Vittorino Veronesi
La consegna del riconoscimento Bussolengo Premia a Vittorino Veronesi

Non dimentica la pandemia e i due lunghi anni del Covid la giuria di «Bussolengo premia», la statuetta dorata di San Valentino che viene assegnata ogni anno durante i giorni della Fiera a una personalità che si sia distinta in ambito culturale o sociale, dando lustro al paese di Bussolengo. La giuria, presieduta da Riccardo Fracarolli e composta da Franco Fontana, Flaviano Poiesi, Martina Sironi e Dino Udali, ha esaminato le candidature arrivate entro il 31 gennaio e ha scelto all’unanimità Vittorino Veronesi, cittadino di Bussolengo, attivo nell’ambito del volontariato, che si è distinto per la sua presenza quotidiana al Centro vaccini, nell’ex bocciodromo. Nato a Castelnuovo nel 1956 e residente a Bussolengo dal 1981, Veronesi ha iniziato a dedicarsi al volontariato nel 1983, operando a favore della parrocchia di Cristo Risorto. Il suo impegno negli anni è costantemente aumentato sino a ricoprire l’incarico, che svolge tuttora, di presidente del Circolo Noi Il Ciliegio. Nel 2009 ha iniziato ad operare come volontario della Protezione ambientale civile Verona, che ha sede a Bussolengo. Con questa associazione ha preso parte a diverse operazioni di soccorso per calamità naturali, a servizi di supporto di eventi e manifestazioni ed emergenze. L’ultima è quella causata dall’epidemia del virus Covid-19. «In quest’ambito», sottolinea il presidente Fracarolli, «Vittorino Veronesi si è prodigato nella gestione e coordinamento degli ingressi agli ospedali di Isola della Scala e Bussolengo, al centro tamponi di Castelnuovo e al Centro vaccini di Bussolengo. Quest’ultimo incarico, che sta svolgendo quotidianamente dall’anno scorso, si è rivelato particolarmente gravoso. Veronesi ha efficacemente risolto ogni criticità garantendo un servizio impeccabile alla numerosissima utenza che proviene da tutta la provincia». Il premio è stato consegnato dal sindaco Roberto Brizzi e dalla Giunta al completo ad un emozionatissimo Vittorino Veronesi che ha ringraziato tutti e ricordato i tanti compagni in questa avventura. Grande soddisfazione per presidente, direttivo e volontari della Protezione ambientale civile di Bussolengo. «Siamo fieri che il nostro Vittorino Veronesi sia stato insignito di questo ambizioso premio. Fin dai primi giorni di servizio di volontariato nella nostra associazione è sempre risultato un punto di riferimento per la sua generosa disponibilità e competenza nello svolgimento degli incarichi assegnati», commenta Ivano Zamboni. L’edizione 311 della Fiera di San Valentino, che ha registrato un notevole afflusso di pubblico sabato e ieri, si conclude oggi. Alle 10.30 a Villa Spinola, premiazione del Concorso «La tripa pì bona de San Valentìn» e del primo classificato del campionato Fantatraining Bussolengo «Distretto del commercio La Rosa di san Valentino Eternamore»; alle 11 premiazione delle aziende presenti da più di 40 anni. Alle 16.15, nella chiesa di San Valentino, riconoscimento alla dottoressa Falconi per la tesi di laurea su «Il campanile medievale di Santa Maria Maggiore di Bussolengo»; a seguire incontro del progetto Pagus Pictus su «Il Maestro di Sommacampagna a San Valentino di Bussolengo» con lo storico Giuliano Sala e «Iconografia del culto valentiniano: una prima mappatura» con Cristiano Girelli.•.

Lino Cattabianchi