VIABILITÀ

Aperta la rotonda a Madonna di Dossobuono

La rotonda a Madonna di Dossobuono
La rotonda a Madonna di Dossobuono

La rotonda di via Mantovana, a Madonna di Dossobuono, è da oggi aperta alla circolazione; è stata ultimata con un mese di anticipo rispetto al piano lavori programmato e garantisce la messa in sicurezza dell'arteria e degli ingressi alla tangenziale sud. «Un cambio di assetto viario», dice una nota del Comune, «che consente di abbassare la velocità di marcia lungo tutta la strada, interrompendo il lungo rettilineo divenuto, in troppe occasioni, teatro di incidenti, anche gravi, e manovre pericolose».

 

L’intervento, costato complessivamente 440 mila euro, è stato finanziato dal Comune per il 50 per cento, fino ad un massimo di 250 mila euro. La restante parte è stata sostenuta dalla società A4, stazione appaltante dell’opera e competente del ramo di tangenziale. La rotatoria, con un diametro esterno di 42 metri e comprensiva di isole spartitraffico, è stata realizzata attraverso un intervento di cantierizzazione suddiviso in quattro fasi. I lavori, avviati ai primi di ottobre dello scorso anno, non hanno mai interrotto la circolazione. L’intervento, oltre al rifacimento della pavimentazione stradale e della segnaletica ad alta visibilità, ha portato anche alla realizzazione di nuove barriere di sicurezza, aiuole spartitraffico e al potenziamento dell’illuminazione.

 

È stato anche definitivamente chiuso l’ingresso ovest alla tangenziale, quello che veniva imboccato da chi arrivava da Santa Lucia. In fase di ultimazione l’iter per l’avvio lavori per il prolungamento della pista ciclabile proveniente da Verona, inserita esternamente alla rotonda in direzione di Dossobuono. «È stata finalmente messa in sicurezza un’altra importante arteria di accesso alla città», dice il sindaco.

 

«Con un mese di anticipo rispetto al programma lavori, la rotonda è da oggi aperta al traffico, divenendo uno snodo fondamentale per questo tratto di strada. Si tratta di un punto strategico, essenziale anche per gli svincoli della tangenziale che, in passato, è stata luogo di incidenti e manovre pericolose, segnalati dai residenti e registrati dalla Polizia locale. Dopo tanti anni, finalmente, la rotonda pone fine a tutti questi comportamenti irregolari».