«World’s Best Olive
Olis» segnala
il TreFort Bonomelli

«L’olio più buono del mondo? È di Torri del Benaco». Lo sostiene il motore di ricerca virgilio.it, che ha dato notizia dei risultati del World’s Best Olive Oils.

L’olivicoltore, torresano acquisito, da anni colleziona riconoscimenti internazionali per la propria produzione estesa tra il Comune di Torri e quello di Costermano, dove pure ha oliveti. In questi giorni virgilio.it ha esaminato la graduatoria mondiale sulla qualità dei prodotti.

«Il pregiato olio di Paolo Bonomelli, frutto di una ricerca d’eccellenza decennale, è tra i migliori al mondo. Le classifiche pubblicate dal World’s Best Olive Oils», scrive il portale, «che è la graduatoria dei migliori oli extravergine di oliva, non lasciano dubbi. L’olio della famiglia Bonomelli è tra i più apprezzati».

Il sito internet prosegue: «Prodotto dagli alberi secolari che affondano radici presso la Riviera degli Ulivi, luogo favorevole per la produzione di extra vergine, l’olio realizzato dall’azienda gardesana si è classificato al secondo posto nei ranking che valutano sia le migliori aziende olearie del mondo (World’s Best Olive Oil Mills), che i migliori extravergini (World’s Best Olive Oils). Il TreFòrt si è aggiudicato il primo premio in autorevoli competizioni internazionali che hanno decretato il primato qualitativo di questo Gran Cru, tra i migliori extravergini dell’azienda selezionati dopo più di 200 analisi chimiche e sensoriali». Virgilio.it riporta il commento del titolare, Paolo Bonomelli: «Trent’anni di impegno, investimenti, scelte agronomiche e commerciali... Abbiamo raggiunto l’obiettivo di portare l’eccellenza dei nostri oli extravergini nel mondo». Oggi l’olio extravergine di oliva è considerato un alimento vero e proprio. Idrocarburi, vitamine, fenoli, trigliceridi ne fanno un alimento ricco, protagonista della dieta mediterranea. Nel Ranking of the world’s best olive oils primeggia il Rincon de la Subbetica Hojiblanco della Almazaras. Menzionati altri due oli italiani: il Don Gioacchino dell’azienda agricola Leone Sabino e l’undicesimo posto dell’Ortice Riserva del Frantoio Oleario Romano Alberto.G.M.

Suggerimenti