BARDOLINO

Vince 300 mila euro «Mi regalo un furgone»

I gestori Manolo e Moreno Bertasi con la barista Giada Fasoli
I gestori Manolo e Moreno Bertasi con la barista Giada Fasoli
I gestori Manolo e Moreno Bertasi con la barista Giada Fasoli
I gestori Manolo e Moreno Bertasi con la barista Giada Fasoli

Quando ha grattato i simboli del biglietto Gratta e Vinci che aveva acquistato poco prima al bar Eni Cafè di Bardolino non credeva ai propri occhi, così è tornato subito dai gestori della stazione di servizio affacciata sulla strada Gardesana per accertarsi di non aver commesso un errore nell'interpretare numeri e simboli. Invece era tutto vero: un sessantenne di Bardolino, che al momento preferisce mantenere l'anonimato, ha vinto 300mila euro (240mila al netto delle tasse dovute) con un biglietto Gratta e Vinci del tipo «Miliardario» da 5 euro. La vincita risale al 30 ottobre scorso, ma prima di divulgarla i gestori della stazione di servizio hanno atteso che il bardolinese incassasse l'importo. «Per noi è la prima vincita così importante, oltre i 10mila euro», racconta Manolo Bertasi, che gestisce il distributore di carburante e l'annesso bar con i fratelli Moreno e Damiano. «Giovedì festeggeremo l'evento con una torta su cui sarà riprodotto il biglietto vincente», aggiunge. Il fortunato è un cliente abituale del bar. «Ho saputo della vincita perché lui stesso è venuto a dirmelo, poteva incassarla senza avvisarci. Però era talmente incredulo che ci ha chiesto conferma. Io stesso sono rimasto senza parole», commenta Manolo Bertasi. «Proprio il giorno prima parlando con un mio amico gli avevo detto che tra tutti i Gratta e Vinci venduti qui in quasi vent'anni dall'apertura del bar non avevamo mai avuto una grossa vincita». Pur non volendo rivelare la sua identità, il vincitore accetta di raccontare qualcosa di più a L'Arena. Ha 60 anni, lavora come muratore da quando ne ha 14 e ha un'attività in proprio. «Il 30 ottobre era un sabato, dopo essere passato al bar e aver acquistato il biglietto sono andato a trovare mia mamma, dove ho grattato il biglietto. Mia mamma mi ha detto che con quella cifra avrei potuto andare subito in pensione. Sono tornato al bar perché controllassero il biglietto. Era tutto vero...», spiega ancora emozionato. Dice di non acquistare abitualmente i Gratta e Vinci, ma di essere già stato baciato dalla fortuna in passato: «Dodici anni fa ho vinto 20mila euro, con cui ho comprato un camion per lavoro». E con questa somma cosa farà? «Comprerò un furgone, spesa che avevo previsto per il prossimo anno ma che ora posso anticipare. Per il resto ci penserò, di sicuro questi soldi danno più serenità anche a mia moglie e a mia figlia, che studia, e mi fanno stare più tranquillo anche per andare in pensione. Per ora continuerò a lavorare, il commercialista mi ha consigliato di rinviare ancora di un po'». Giovedì alla festa organizzata al bar ci sarà anche lui, ma non ha ancora deciso se in incognito o come protagonista. •.

Katia Ferraro