Venerdì al palatenda di Garda

Tutti a cena per Beatrice
La piccola con paralisi cerebrale

Venerdì al palatenda di Garda
Beatrice (al centro) con Marina Gasparini, di Un Sorriso Solidale, e il papà Matteo
Beatrice (al centro) con Marina Gasparini, di Un Sorriso Solidale, e il papà Matteo

Il Comune di Torri e di Garda, col patrocinio di Costermano, uniti e seduti a tavola per dare una mano a Beatrice. Si chiama «Una cena per Beatrice» ed è organizzata da «Un Sorriso Solidale» di Malcesine assieme ai comuni per venerdì 20 dicembre dalle 19.30 nella tensostruttura di Garda.

 

«Grazie al sindaco di Torri, Stefano Nicotra, al collega Davide Bendinelli e all’assessore di Costermano Alberto Bullio, oltre che a Francesca Alberghini di Torri», ha spiegato la presidente della Associazione no profit di Malcesine, Martina Gasparini, «anche quest'anno, dopo l'edizione dell'11 dicembre 2018, siamo riusciti ad avere uno spazio al palatenda di Garda per continuare questo progetto. Stiamo aiutando», ha proseguito la presidente, «da circa un anno e mezzo con varie iniziative la famiglia di Beatrice, la bambina di 10 anni nata con una paralisi cerebrale che la costringe in carrozzella e, grazie alla particolare fisioterapia chiamata Maes Therapy, Beatrice sta cercando di riconquistare l'uso delle gambe e rendersi autonoma nel camminare. Una battaglia dura, alla quale però né la piccola, né i genitori intendono rinunciare, e noi tantomeno».

 

«Sappiamo che la cura che Beatrice fa in Belgio», ha spiegato il sindaco di Torri, Stefano Nicotra, «costa circa 4 mila euro alla volta e viene fatta a mesi alterni per motivi di costo: non potevamo tirarci indietro rispetto alla proposta di Un Sorriso Solidale e, anche quest'anno, abbiamo co-organizzato questo evento». Credo che non ci sia modo migliore di augurarsi un buon Natale che facendo del bene e facendo sentire la nostra vicinanza, il nostro affetto e il nostro supporto a Beatrice e alla sua famiglia. Nel nostro piccolo possiamo tutti fornire un grande aiuto», ha confermato l'assessore Alberto Bullio. Menù della serata: risotto alla parmigiana, polpette al sugo, acqua, vino e caffè. Costo: 25 euro per gli adulti e 15 per i bambini. Gerardo Musuraca

Gerardo Musuraca
# Sposta il focus sul parent