CHIUDI
CHIUDI

19.09.2019

Turista rianimato
da due ambulanti
e un agente

Da sinistra: Cavallaro, Nicotra, Gaioni e Tenca (foto Musuraca)
Da sinistra: Cavallaro, Nicotra, Gaioni e Tenca (foto Musuraca)

Due ambulanti e un agente della Polizia Locale di Torri del Benaco hanno salvato la vita, rianimandolo per oltre mezz'ora, a un turista statunitense, M.L. di 66 anni, andato in arresto cardiaco durante il mercato settimanale. Lo hanno rivelato dal municipio di Torri da dove hanno spiegato nel dettaglio cos'è accaduto lunedi 16 settembre in piazza del porto, subito dopo l'ora di pranzo.

 

«Alle 14 stavo rientrando in municipio per servizio», ha raccontato Gabriele Gaioni, l'agente di Polizia Locale che ha prestato soccorso al malcapitato turista assieme a due ambulanti, «il marocchino Damlak Adil e Ramon Riviera, un ambulante trentino», come spiegano dal Comune. «Sono stato richiamato da persone che chiedevano aiuto: a una ventina di metri dal municipio un uomo si era appena accasciato a terra e, al mio arrivo, ho trovato le due persone che stavano cercando di aiutarlo. Damlak Adil gli stava mantenendo la bocca aperta per fare entrare aria mentre l'altro ambulante, Ramon Riviera, aveva già iniziato il massaggio cardiaco. La centrale operativa del 118 di Verona ha guidato per telefono i soccorsi e, ad un certo punto, ho attaccato le piastre del defibrillatore che si trova sotto il municipio al torace dell'uomo», ha aggiunto Gaioni, «mentre gli altri proseguivano le manovre».

 

L'apparecchio ha «sentito» una aritmia da trattare con la scossa elettrica e così Gaioni la ha erogata. «Abbiamo proseguito la rianimazione e, poco dopo, abbiamo dato anche una seconda scossa, guidati sia dall'apparecchio automatico che dal 118», ha proseguito l'agente. Nel frattempo si è fatto avanti un turista che si è qualificato come medico e ha aiutato i tre soccorritori. Di lì a pochi minuti è atterrata l'eliambulanza del 118 nel parco del castello ed è arrivata anche l'ambulanza della Croce Rossa di Bardolino. Il personale specializzato è così subentrato ai soccorritori e M.L. è stato trasportato in ambulanza al vicino ospedale di Peschiera, dov'è tutt'ora ricoverato in Rianimazione. Insomma: la tenacia dei soccorritori e una serie di fortunate circostanze favorevoli hanno consentito che il turista statunitense fosse strappato alla morte. 

Gerardo Musuraca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1