CHIUDI
CHIUDI

22.07.2019

Il mitico Maracanà della vela arriva al quarto compleanno

Quella di quest’anno sarà la quarta edizione del Maracanà di Castelletto di Brenzone. È lo stadio della vela, che dal 2016 viene allestito a settembre, a bordo lago, in occasione della settimana internazionale del Garda della vela d’altura. La manifestazione ha come fiori all’occhiello, le mitiche regate del Circolo Vela Gargnano: Trofeo Riccardo Gorla Gran Premio Marina Militare, quest’anno in programma domenica primo settembre, e la Centomiglia del Garda in calendario sabato 7 e domenica 8 settembre. L’iniziativa del Maracanà della vela, dotato di tribune per il pubblico, zona ristoro e radiocronaca in diretta delle regate, accompagnamento musicale, il tutto a pochi metri dalla boa sponsorizzata dalla Funivia Malcesine Monte Baldo, ha riscosso uno straordinario successo. Non soltanto da parte del pubblico, ma anche i velisti in gara lo apprezzano, perché vengono coinvolti dal generale clima di festa e di entusiasmo che anima il lungolago di Casteletto durante questi eventi sportivi. Il Maracanà della vela è stato visitato, tra gli altri, dall’assessore al Turismo della Regione Veneto Federico Caner che ha elogiato gli organizzatori dell’iniziativa: il Circolo Nautico Brenzone, presieduto da Giuseppe Viel e il vulcanico Paolo Formaggioni. «Queste regate internazionali, il Gorla, e ancor di più la Centomiglia, che ha quasi settant’anni di storia, sono manifestazioni che fanno parte del patrimonio di tutto il Garda», ha detto l’assessore regionale Caner. «È auspicabile che si costituisca un comitato organizzatore, per Gorla e Centomiglia, che che coinvolga tutte le realtà regionali e provinciali che si affacciano sul lago. Questi importanti eventi sportivi internazionali, che contribuiscono a veicolare positivamente l’immagine del Garda in tutto il mondo, si potrebbero così ulteriormente valorizzare e promuovere. Il bacino gardesano», ha concluso Caner, «è una realtà unica di straordinaria importanza dal punto di vista ambientale, storico paesaggistico e turistico che va gestita unitariamente. Solo così si può agire efficacemente ottimizzando le risorse». Al Maracanà ha fatto visita anche il sindaco di Verona Federico Sboarina: «Io a Castelletto sono di casa. Da anni con la famiglia frequento questi luoghi. Lo spettacolo che offrono sia il Gorla sia la Centomiglia, con il passaggio di centinaia di imbarcazioni a pochi metri dal lungolago è unico e straordinario, una splendida cartolina». «Questa iniziativa si è rivelata un successo già nella prima edizione – spiega Paolo Formaggioni, anima del Maracanà della vela, ex prodiere di Star, già consigliere del Comune di Brenzone con delega al turismo e membro del consiglio d’amministrazione della Funivia Malcesine Monte Baldo. «C’è sempre stata una grande affluenza di pubblico che ha apprezzato molto il nostro impegno organizzativo. Mettiamo a disposizione posti a sedere, tribuna e il chiosco gastronomico che propone specialità locali come la polenta carbonera, lo storico e rinomato piatto baldense tipico di Brenzone. Ogni passaggio delle imbarcazioni è accompagnato da spiegazioni tecniche e musica. In più vengono forniti in diretta aggiornamenti dal campo di regata. Sul palco abbiamo come ospiti sempre campioni della vela. Ne abbiamo tanti dalle nostre parti: Loris Modena, il Marchese Flavio Scala, Roberto Benamati, Luca Modena, Federica Salvà, Luca Devoti, i fratelli Celon, Claudio, Mario e Nicola, Daniele Dede De Luca, Matteo Pilati, Vittorio Bissaro, solo per fare alcuni nomi. La speranza è di avere la presenza anche di protagonisti, non solo gardesani, ma anche di altre zone d’Italia e stranieri, che numerosi frequentano il nostro lago». Intanto, al Circolo Nautico Brenzone, il presidente Viel, coadiuvato dal suo vice Franco Mantovani e dal consigliere Luca Brighenti, stanno lavorando all’organizzazione della quarta edizione del Maracanà, che è già una leggenda nel mondo della vela internazionale. •

L.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1