CHIUDI
CHIUDI

07.01.2020

Sette befane nel mix di carnevale,
medioevo e rievocazioni storiche

Un falò della Befana che mescola medioevo (le streghe al rogo), carnevale, Risorgimento e le rievocazioni storiche. E non con una «vecia» sola, ma con sette «strie». A Pastrengo va in scena per la prima volta una Befana che farà tendenza: un mix trash di sacro, storico e profano che si materializza in un corteo multicolore che parte dalla piazza di Piovezzano e sale fino alla collina di Forte Degenfeld, dov’è preparata la grande pira.

 

 

In fila, i soldati austriaci con le loro giubbe bianche e i fucili a tracolla, i Re Magi, Babbo Natale, i tamburi del Gruppo rievocativo dell’Alpo e le protagoniste della notte dell’Epifania: le sette Befane. «Ci siamo detti: quest’anno facciamo qualcosa di diverso, con un po’ di ambientazione storica», spiega Albino Monauni, presidente della Pro loco di Pastrengo. 

 

L'articolo completo su L'Arena oggi in edicola

Giulio Brusati
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie