CHIUDI
CHIUDI

25.06.2020 Tags: Peschiera del Garda

Recuperata barca affondata nel porto Incuriositi i passanti

Il recupero del natante
Il recupero del natante

È stata recuperata ieri la barca che è affondata nel porto di Peschiera qualche giorno fa. Le camionette rosse parcheggiate all’inizio del lungolago Mazzini hanno incuriosito i diversi passanti, che hanno ripreso a frequentare il lago di Garda da qualche settimana. Insieme ai vigili del fuoco di Bardolino, in questa operazione di recupero erano presenti anche i sommozzatori del soccorso speleosubacqueo di Vicenza. Fortunatamente il piccolo natante affondato all’interno del porto arilicense è dotato di un tipo di serbatoio con una valvola che impedisce al carburante di uscire in caso di rovesciamento e quindi l’intervento, richiesto il giorno precedente, non ha avuto carattere di urgenza. Sommozzatori e vigili del fuoco hanno lavorato in sinergia per alcune ore per riportare a galla la barca. Prima i sommozzatori hanno posizionato delle fasce sotto alla barca con alle due estremità dei palloncini che poi vengono gonfiati e che quindi tirano verso l’alto le fasce che a loro volta sollevano l’imbarcazione. Questo tipo di recupero è controllato, in linea e non in verticale, per evitare che l’acqua possa provocare danni. Una volta arrivata in galleggiamento, la barca viene definitivamente svuotata. È un tipo di intervento che impiega qualche ora gli addetti ai lavori per evitare di danneggiare l’imbarcazione. •

A.O.O.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie