CHIUDI
CHIUDI

20.04.2019

Rapinano merce al Migross, due arrestate

La pattuglia dei carabinieri di Peschiera davanti al supermercato Migross
La pattuglia dei carabinieri di Peschiera davanti al supermercato Migross

È finito ieri con la convalida dell’arresto per rapina impropria e l’obbligo di dimora a Peschiera, il tentativo di furto compiuto da due donne l’altro ieri al supermercato Migross di via Gardesana, a Castelnuovo del Garda. Qui i carabinieri di Peschiera sono intervenuti giovedì allertati dai dipendenti del supermercato e fermando in flagranza di reato T.B., nata nel 1993 e originaria di Trento, e V.P. nata nel 1976 a Conegliano Veneto. Entrambe risultano residenti formalmente a Vigasio, ma sono di fatto senza fissa dimora e una di loro è stata autrice in precedenza di altri reati. Tutto è accaduto in pochissimi minuti: la coppia si è introdotta nel supermercato con delle borse grandi completamente vuote. Ha, però, subito suscitato il sospetto dell’addetta alla vigilanza che, senza farsi notare, l’ha seguita tra le corsie del supermercato. Le signore hanno continuato la spesa spartendo però i prodotti presi dagli scaffali: alcuni finivano nella borsa della spesa, altri in quella personale. La vigilante le ha notate proprio mentre nascondevano alcuni prodotti per l’igiene. Le donne hanno continuato la spesa per qualche minuto per poi dirigersi in cassa dove hanno pagato una spesa di circa 8 euro per sei articoli. Dissimulando, dunque, hanno raggiunto l’uscita del supermercato, ma qui hanno trovato l’addetta alla vigilanza che le attendeva e che ha chiesto loro di seguirla al punto informazioni lì vicino per verificare se avevano prelevato dei prodotti che non erano stati pagati. Si è scatenato così il parapiglia. Le due donne, infatti, non intendendo seguire la vigilante e cercando di andarsene l’hanno spintonata con forza. Ne è nata una breve colluttazione che è stata interrotta dal provvidenziale intervento di una pattuglia della stazione dei carabinieri di Peschiera giunta sul posto a forte velocità. I militari erano stati allertati dalla centrale operativa alla quale si erano rivolti alcuni dipendenti del supermercato e pur essendo lontani dal Migross sono arrivati in tempo per bloccare le autrici dell’aggressione e impedendo così che il reato potesse aggravarsi e con esso anche le conseguenze. I carabinieri hanno liberato la vigilante dall’assalto delle due donne garantendone l’incolumità. La coraggiosa sorvegliante, infatti, è rimasta illesa. Le donne, in seguito, sono state perquisite e nelle loro borsette i carabinieri hanno trovato 12 prodotti ai quali erano state tolte anche le placche antitaccheggio. Il valore della «spesa» non pagata era di 50 euro. Tutti i prodotti sono stati riconsegnati al supermercato. I militari hanno proseguito con gli accertamenti e ascoltato i testimoni presenti riuscendo a ricostruire la dinamica dei fatti e appurando che le due donne avevano prelevato i prodotti superando le casse senza pagare e, per tentare la fuga, avevano usato violenza nei confronti della vigilante. Colte in flagranza di reato, dunque, le due sono state accusate di rapina impropria e sono state arrestate dai carabinieri. Dopo una notte passata in cella, per le due è stato convalidato l’arresto ed è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di firma in caserma. Poiché la quarantaquattrenne, inoltre, aveva plurimi precedenti specifici, è stato disposto per lei anche l’obbligo di dimora nel comune di Peschiera. •

Maria Vittoria Adami
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Elezioni-2019 Europee Amministrative
giro2019 giro2019

Sondaggio

Sboarina e Salvini vogliono chiudere i cannabis store legali. Siete d'accordo?
ok

Sport