Premiato l’olio della Speck Stube

C’è anche un olio extravergine di oliva dop scaligero, quello della Speck Stube di Malcesine, tra gli oli più buoni individuati dal concorso unico «L’Oro del Garda». Ad Arco, nella sede dell’azienda agricola Madonna delle Vittorie, sono arrivati i risultati della competizione promossa dal Consorzio di tutela che raggruppa i produttori e gli operatori della filiera delle Regioni e province cge si affacciano sul lago con il fine di attuare un adeguato programma di controlli volti a garantire l’origine dell’olio Extra vergine di Oliva Garda Dop. Il concorso ha visto la prevalenza della sponda bresciana e trentina per la campagna olivicola 2017, e un unico prodotto si è ben piazzato per la sponda scaligera. La giuria di assaggiatori professionisti del Laboratorio Dogane di Verona ha esaminato trenta oli extra vergine Garda Dop della campagna olearia 2017. NELLA CATEGORIA fruttato leggero il primo posto è andato all’Azienda agricola Le Videlle di Raffa di Puegnago con il Garda Bresciano Dop; secondo l’olio della Speck Stube S.a.s di Malcesine (l’olio era Le Creve Monocultivar Casaliva Garda Dop); terza l’Azienda agricola La Cavagnina di Salò con il suo Garda Dop. Nella categoria fruttato medio, prima classificata l’Agraria Riva del Garda di Riva, seconda la Società agricola Il Cavaliere di Salò con il Monocultivar Casaliva Garda Dop e terza la società agricola Madonna delle Vittorie di Arco con il Garda Trentino Dop. Una grande soddisfazione, per il noto locale di Campagnola, nel comune di Malcesine, visto che la produzione di extravergine di oliva non è l’attività prevalente della Stube guidata dalla famiglia di Massimiliano Forelli e che gli altri «competitors» erano invece tutte aziende agricole con elevatissima professionalità nel settore oleario.

G.M.

Suggerimenti