CHIUDI
CHIUDI

23.12.2019

La «supermamma» Germana
accusata di maltrattamenti

Germana Giacomelli, quella che era chiamata la «supermamma», premiata anche dal presidente della Repubblica nel 2018 come «eroe civile», ha dovuto abbandonare la sua abitazione a Bande di Cavriana, sulle colline moreniche nel Mantovano, a causa di un provvedimento cautelare di allontanamento richiesto dalla procura di Mantova ed emesso dal Gip. Una casa divenuta comunità, dove assieme ai figli naturali 121 bambini e ragazzi disabili o «difficili» le sono stati affidati nel tempo da vari tribunali per sottrarli a condizioni di disagio e di violenza.

 

La Giacomelli, che con il marito Gianpaolo Brizzolari gestisce un forno nella vicina Peschiera del Garda, è indagata assieme a un collaboratore 25enne di maltrattamenti aggravati e continuati.

Ad accusare mamma Germana cinque ragazzi che si erano rivolti al programma televisivo Le Iene (qui la puntata completa).

 

Adesso la decina di piccoli ospiti attuali è rimasta nella struttura di accoglienza, affidata, però, a personale della polizia e ad altre persone. «Noi siamo sereni e aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso» dice il legale di Germana Giacomelli.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie