CHIUDI
CHIUDI

24.01.2020

Corso per vice ispettori Cerimonia conclusiva

Trevisi con Maria Turazza che ha portato la sua testimonianza
Trevisi con Maria Turazza che ha portato la sua testimonianza

In attesa di un nuovo corso per allievi agenti della polizia di stato che dovrebbe arrivare a marzo, la Scuola di polizia di Peschiera è attiva e operativa: in questi giorni ha ospitato la fase residenziale dell’11° Corso di formazione per la nomina alla qualifica di vice ispettore, cui hanno partecipato 48 poliziotti, 43 uomini e 5 donne. Il periodo formativo residenziale di due settimane si conclude oggi con la cerimonia dell’ammaina bandiera, dopo aver osservato un minuto di silenzio in ricordo di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due agenti caduti in servizio a Trieste lo scorso ottobre, ai quali è stato intitolato il corso. A livello nazionale questo percorso formativo ha interessato 501 poliziotti e la formazione residenziale, che segue una prima fase svolta in modalità e-learning e precede il tirocinio formativo che sarà compiuto nelle sedi di servizio alle quali nuovi vice ispettori saranno affidati. Oltre a Peschiera è stata ospitata anche nelle scuole di Abbasanta (Oristano), Trieste e Campobasso. A Peschiera in qualità di docenti si sono alternati funzionari e sostituti commissari della Questura di Verona, professori universitari e avvocati, ma anche il questore di Verona Ivana Petricca e il prefetto Sandro Lombardi, commissario di governo per la Provincia Trento, che hanno sviluppato i temi legati alla deontologia e all’etica. Commovente, infine, l’incontro con la signora Maria Teresa Turazza, che ha portato la sua testimonianza di madre che ha perso i due figli poliziotti in servizio.

K.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie