Parificati i rimborsi spese

Con la delibera del 23 aprile scorso, il direttore generale della Ulss 9, Pietro Nicola Girardi, ha chiuso una vecchia diatriba sulla disparità di pagamenti per gli infermieri che fanno servizio sulle Croci, sparse in tutto il territorio provinciale. Il numero uno di via Valverde ha definito un’aspra disputa provvedendo «all’adeguamento, così come proposto dall’Associazione di pubblica assistenza Sos volontari Valeggio e dall’Associazione volontari del soccorso Croce Bianca Onlus di Torri del Benaco, del corrispettivo orario a 18 euro a titolo di rimborso delle spese effettivamente sostenute per il personale infermieristico che opera sui mezzi di soccorso, durante lo svolgimento dei servizi in convenzione». È positivo il commento di Bellorio: «Era una cosa indispensabile e l'Ulss 9 lo ha pienamente capito e affrontato», ha proseguito il presidente, «perchè, portando a 18 euro lordi l'ora su tutto il territorio il compenso, abbiamo la possibilità di avere più infermieri per la Croce Bianca, operativi nel territorio del Garda- Baldo». Una buona ripartenza per il dopo Coronavirus.

G.M.
# Sposta il focus sul parent