CHIUDI
CHIUDI

30.05.2020 Tags: Bardolino

Nuova scuola media, ripresi i lavori

L’annuncio è stato dato nell’ultimo consiglio comunale. Sono ripresi, dopo poco più di due mesi di stop, i lavori per la costruzione della nuova scuola secondaria di primo grado in via Dante Alighieri. Il cantiere era stato chiuso il 13 marzo per l’emergenza sanitaria Covid 19. A sbloccare lo stop il nuovo piano di sicurezza messo in atto alla luce delle nuove normative previste dalle direttive nazionali. «Il cantiere è stato sanificato ed è stato aggiornato il piano di sicurezza», ha spiegato Katia Lonardi, vice sindaco con delega ai lavori pubblici, rispondendo alla richiesta sullo stato dell’arte dei lavori formulata dal consigliere di minoranza Marta Ferrari. «Abbiamo dovuto fare una delibera di Giunta per stanziare i 50 mila euro necessari per dotare, secondo quanto richiesto dalla ditta, il cantiere e i lavoratori di tutti i nuovi dispositivi necessari in seguito alla pandemia. Precauzioni inderogabile per poter ripartire con la riqualificazione della scuola». «È evidente che i tempi di consegna dell’edificio dovranno essere rivisti e slitteranno avanti di almeno di due mesi considerato il tempo di sosta forzata. È interesse di tutti, ditta costruttrice e Comune fare in modo di recuperare più tempo possibile», ha rimarcato il sindaco Lauro Sabaini. Inizialmente il termine di consegna era previsto per luglio e ora è slittato a fine settembre, termine entro il quale saranno ultimati i lavori strutturali e inizieranno quelli per fornire l’istituto dell’attrezzatura necessaria per ospitare gli studenti che negli ultimi due ultimi anni sono stati ospitati al Teatro Corallo, a Villa Carrara Bottagisio e all’istituto alberghiero Carnacina. La ripresa operativa vedrà il completamento dei getti della parte strutturale e l’inizio del montaggio della struttura in acciaio e parallelamente la realizzazione delle murature esterne. Il complesso scolastico «Falcone-Borsellino» ospiterà oltre 200 studenti suddivisi in dieci aule. La completa ristrutturazione prevede la messa in sicurezza della parte monumentale della facciata che rimarrà inalterata e il rifacimento dell’area di accoglienza degli studenti, della segreteria e della palestra. «Sarà una scuola con impianti tecnologici e strutture interne all’avanguardia», dice il vice sindaco Katia Lonardi. «Tutta l’illuminazione sarà a led, le linee dati con fibra ottica e il risparmio energetico sarà completato dall’impianto fotovoltaico. Alla ditta esecutrice sono stati assegnati 440 giorni per completare l’opera e, tolta la parentesi Covid, il nostro auspicio è che i tempi vengano rispettati seppur con le difficoltà per il particolare momento, per poi proseguire con l’allestimento interno. Chi ha l'opportunità di vedere lo stato attuale dell’opera capisce subito la sua portata e l’avanzamento dei lavori che era perfettamente nei tempi prima dell’emergenza Covid», conclude Lonardi. •

Stefano Joppi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie