CHIUDI
CHIUDI

20.09.2019

Nasce il gruppo che vuole piantare gli alberi, pulire e ridurre la plastica

Cinque iniziative concrete a favore dell’ambiente e due regole per metterle in pratica. Sono le linee d’azione del movimento di cittadini che si sta consolidando a Peschiera del Garda e che ambisce ad espandersi in altri paesi grazie al passaparola e all’impegno di altre persone. Il progetto è stato presentato nei giorni scorsi nel parco della parrocchia di San Benedetto di Lugana da Salvatore La Magra, residente di Peschiera che da qualche anno porta avanti iniziative ambientali coinvolgendo anche le scuole. Già componente del Coordinamento G.a.r.d.a. (Gruppi e Associazioni Riunite per la Difesa dell’Ambiente), oltre che promotore della piantumazione di 25 piante messe a dimora lo scorso novembre con altri cittadini in un parco pubblico in occasione della Giornata nazionale degli alberi, a fine luglio La Magra ha scritto un post su diverse pagine Facebook di Peschiera chiedendo se c’erano persone interessate a impegnarsi fattivamente per la tutela dell’ambiente. Visti i riscontri ottenuti, alla domanda sul social network è seguito l’incontro a cui hanno partecipato circa 50 persone, tra cui alcuni componenti del Consiglio comunale arilicense (sia di maggioranza che di minoranza), il consigliere regionale del M5S Manuel Brusco ed esponenti di numerose associazioni ambientaliste veronesi. Gli obiettivi del gruppo, è stato spiegato, sono la tutela del patrimonio naturale esistente creandone al contempo di nuovo, e l’incremento della sensibilità sulle tematiche ambientali. Cinque le iniziative concrete da portare avanti: piantumazione di nuovi alberi, riduzione della plastica, protezione degli animali selvatici, pulizia e manutenzione di spiagge e aree verdi, ricreazione delle zone umide che stanno scomparendo. Chi fosse interessato ad unirsi può scrivere all’email coordinamento.garda.vr@gmail.com. L’invito è aperto anche a residenti in altri paesi, gardesani e non, che potranno così proporre queste idee nel proprio Comune. Ai volontari che metteranno a disposizione tempo libero è stato chiesto il rispetto nelle relazioni, sia interne al gruppo che con i futuri interlocutori con cui si dovrà dialogare per perseguire gli obiettivi, ma anche l’equidistanza – nell’ambito del progetto – dalle preferenze politiche. Paletti necessari affinché i sogni si traducano in realtà.

K.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1