CHIUDI
CHIUDI

18.04.2019

Ospedale in commissione Ingresso vietato ai sindaci

«Abbiamo portato avanti le istanze di tutti i sindaci del territorio dell’Ulss 9, comprese quelle dell'alto Garda per l'ospedale di Malcesine». A dirlo è stato il sindaco di Nogara, Flavio Pasini, che è anche presidente della Conferenza dei sindaci. È andato lui in audizione a Venezia, in Quinta commissione, l'organismo che deve dare parere alla giunta sulle nuove schede ospedaliere. I sindaci di Brenzone e Torri avevano chiesto di poter essere ascoltati, ma non sono stati ricevuti. La risposta è stata: «Si invita a raccordarsi con le Conferenze dei sindaci del proprio territorio, che saranno sentite in audizione, trasmettendo le proprie istanze». Così è stato. «In Quinta commissione», ha spiegato Pasini, «abbiamo presentato tutte le criticità, comprese quelle sottoscritte dai primi cittadini di tutti i comuni veronesi. Abbiamo ribadito a consiglieri regionali e all'assessore alle politiche sanitarie, Manuela Lanzarin, presente all'audizione, ciò che secondo noi deve essere modificato rispetto alla delibera della giunta del 13 marzo. Vedremo cosa decideranno». Quanto all’ospedale di Malcesine, Pasino sottolinea: «Ho chiesto che venga esplicitato che i posti letto ospedalieri sono e restano 80, ai quali vanno sommati i 12 posti letto di ospedale di comunità per un totale di 92 posti letto. Inoltre», ha aggiunto, «abbiamo lasciato una copia della lettera che i colleghi di Brenzone e Torri avevano inviato anche ai consiglieri regionali. Vedremo cosa sarà deciso a breve». Resta quindi per il momento irrisolto il nodo dei posti letto di Riabilitazione cardiologica, una quindicina, anche se da novembre 2018 non vengono usati dall’Ulss 9 per mancanza di cardiologi. «Non siamo entrati nel merito di quei posti», ha detto Pasini, «perché era contenuto nella lettera e perché la lettera è arrivata dopo quanto avevamo firmato alla Conferenza dei sindaci. Ovvio che la parola dei sindaci dell'alto Garda vale molto per le esigenze del territorio, quindi spero venga presa in considerazione». Bertoncelli e Nicotra hanno scritto: «Chiediamo il mantenimento degli attuali 80 posti letto ospedalieri con particolare attenzione ai 12 di Riabilitazione cardiologica e ai 12 di Riabilitazione ortopedico- fisiatrica. Solo il mantenimento di tali posti letto garantiranno appetibilità in caso di gestione, in capo a un privato».

G.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1