CHIUDI
CHIUDI

18.10.2019

Luci rinnovate per duemila lampioni e fari

La riqualificazione dell'illuminazione è partita dalle frazioni e man mano si sposterà a Malcesine
La riqualificazione dell'illuminazione è partita dalle frazioni e man mano si sposterà a Malcesine

Nuova vita all'illuminazione pubblica di Malcesine. Su tutto il territorio comunale sono iniziati i lavori di adeguamento dei corpi luminosi disseminati un po’ ovunque: si tratta di oltre duemila punti luce (2011 per la precisione), tra lampioni, faretti illuminanti e altri sistemi simili, che verranno aggiornati con tecnologia a led. L'operazione nasce da un accordo stipulato tra il Comune e la società Project Lux NE srl di Conegliano Veneto, in provincia di Treviso. Attraverso una delibera di Giunta risalente all'ottobre del 2017, quando l'amministrazione comunale era guidata ancora dall'ex sindaco Nicola Marchesini, era stata approvata la proposta di project financing della ditta trevigiana per un valore complessivo di poco meno di tre milioni di euro (2.980.890 euro). Il piano è stato quindi confermato dall'attuale amministrazione comunale guidata da Giuseppe Lombardi. La ditta avrà un ritorno economico grazie alle minori spese energetiche del nuovo impianto illuminante e si ripagherà dell'investimento effettuato. La concessione durerà quindici anni, il tempo necessario al recupero degli investimenti da parte del concessionario «sulla base di criteri di ragionevolezza insieme ad una remunerazione del capitale investito». Il progetto inoltre prevede che il Comune paghi un canone mensile di poco più di ventimila euro, per oltre 242mila euro all'anno. Cifra inferiore rispetto a quanto pagava finora il Comune. Nel corso del periodo dell'accordo tra le parti l'impresa proponente dovrà eseguire la manutenzione ordinaria dell'impianto di illuminazione e aggiornarlo. Il Comune dal canto suo si ritroverà quindi un sistema illuminante costantemente monitorato e aggiornato, con un risparmio nei costi energetici. Tra quindici anni, quando la concessione scadrà, si tireranno le somme e si vedrà il da farsi. Una quindicina di operai incaricati da Project Lux sono già entrati in azione nei giorni scorsi. La riqualificazione dell'illuminazione è partita dalle frazioni e man mano si sposterà anche a Malcesine. Gli unici tratti che non verranno interessati dall'opera sono le zone nelle quali passa la ciclopedonale nel centro del paese capoluogo, che verranno adeguate durante i lavori di rifacimento della ciclabile stessa, in particolare in alcuni punti tra la vecchia sede della Fraglia Vela e l'ospedale di Malcesine. Dal punto di vista burocratico la consegna degli impianti è avvenuta lo scorso febbraio, mentre la consegna dei lavori risale allo scorso 3 ottobre. L'azienda incaricata adesso ha sei mesi di tempo per completare l'intervento. Per marzo del prossimo anno, quindi, i lavori dovrebbero essere conclusi. In un primo momento le operazioni sembrava dovessero partire già alcuni mesi fa, ma l'amministrazione ha chiesto e ottenuto dalla ditta trevigiana di spostare il lavoro al termine della stagione estiva per non creare troppi disagi a cittadini, operatori ricettivi e turisti stessi. Nel frattempo dal municipio è stato diramato un avviso attraverso il quale si annuncia l'attivazione di un servizio di segnalazione di eventuali guasti e anomalie agli impianti di illuminazione pubblica. Telefonando al numero verde 800188906 o inviando una e-mail all'indirizzo di posta elettronica segnalazionimalcesine@systemimpianti.it è possibile comunicare se ci sono disguidi o malfunzionamenti di faretti, lampioni e altri punti luce nelle aree pubbliche. •

Emanuele Zanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1