CHIUDI
CHIUDI

19.11.2019

Lanzarin: «Malcesine va avanti»

L’assessore alla sanità Manuela Lanzarin con il dg Pietro Girardi, medici, personale e politici a MalcesineSopralluogo alla piscina riabilitativa FOTOSERVIZIO DI LUIGI PECORA
L’assessore alla sanità Manuela Lanzarin con il dg Pietro Girardi, medici, personale e politici a MalcesineSopralluogo alla piscina riabilitativa FOTOSERVIZIO DI LUIGI PECORA

«La Regione non fa passi indietro. Le indicazioni delle schede ospedaliere verranno mantenute». L’assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin ha parlato chiaro nel suo tour che l’ha vista visitare prima l’ospedale di Malcesine e poi quello di Bussolengo, chiudendo la giornata a Zevio, accompagnata dal direttore generale dell’Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi e da alcuni dirigenti medici dell’azienda ospedaliera. Nella tappa dell’alto Garda, Lanzarin ha confermato che a Val di Sogno non ci sarà alcun ridimensionamento, compreso il servizio di emergenza con ambulanza, che «non verrà esternalizzato». Stessa cosa per il punto di primo intervento, confermato 24 ore su 24, e soprattutto gli 80 posti letto: 50 recupero e riabilitazione funzionale e come centro per lo studio e la cura degli esiti della poliomielite e attività di riabilitazione ortopedica; 30 letti a disposizione di pazienti extra regione, inoltre i 12 per l’ospedale di comunità. Sugli interventi strutturali necessari, l’assessore ha riferito: «Verranno analizzate nel dettaglio». Il dg, ha riferito Lanzarin, è pronto per presentare la richiesta per i lavori di completamento della struttura alla Crite, Commissione regionale per gli investimenti tecnologici e in edilizia sanitaria. Lanzarin non ha nascosto la difficoltà di reperire personale sanitario. «In Veneto mancano 1.300 medici. Stiamo facendo pressing nazionale per trovare delle soluzioni concrete», ha detto, «ma non ci sarà alcuna dieta dimagrante». L’assessore ha illustrato le iniziative prese dalla Regione per dare risposte all’emergenza, come le procedure per l’assunzione di giovani medici laureati e abilitati ma non ancora specializzati in collaborazione con le Università, e il documento in 16 punti, fatto proprio dalla Conferenza delle Regioni e trasmesso al governo. Lanzarin ha soddisfatto il pubblico formato da politici e amministratori locali (vicesindaco di Malcesine Livio Concini, sindaco di Brenzone Davide Benedetti, minoranze; Pasqua Andreoli in rappresentanza di Torri; consiglieri regionali di maggioranza e opposizione, Enrico Corsi, Alessandro Montagnoli, Anna Maria Bigon, Orietta Salemi e Manuel Brusco). Il dg Girardi ha ribadito il lavoro dell’Ulss nella ricerca di personale, dagli oss agli infermieri, ai medici. Livio Concini ha ricordato come, con il Comune di Brenzone, si stanno studiando benefit per il personale intenzionato a trasferirsi a Malcesine: parcheggi gratuiti o a tariffa ridotta, affitti agevolati, borse di studio. Soddisfatto Davide Benedetti, per la «volontà da parte di tutti di essere propositivi». Ottimiste le opposizioni locali Vivere Malcesine e Malcesine 2.0. «Abbiamo ottenuto risposte alle paure della popolazione sul futuro dell’ospedale. Contiamo che le schede diventino concrete». Anna Maria Bigon: «Attraverso l’offerta più ampia di servizi è più facile attirare personale». Antonio Politi, presidente facente funzione Aidm, Associazione interregionale disabili motori, ha chiesto a Lanzarin costante attenzione all’ospedale. Un concetto ribadito da Adriano Piffer, presidente Licssom, Libero comitato spontaneo salvataggio ospedale di Malcesine: «Qualcosa si sta muovendo a favore dell’ospedale». •

Emanuele Zanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1