CHIUDI
CHIUDI

02.12.2014

La scala di emergenza regala al teatro 250 posti

Lavori per  costruire la scala
Lavori per costruire la scala

Sono iniziati i lavori per la costruzione della scala di emergenza del teatro del castello di Malcesine. Il completamento dell'opera consentirà al teatro Lacaòr di riaprire completamente e avere, a norma, 400 posti a disposizione.
Il teatro dopo essere stato chiuso per motivi di sicurezza per due anni, era stato riaperto nell'estate scorsa con un numero ridotto di 150 posti, cui ora a breve se ne aggiungeranno appunto altri 250. Il progetto ha avuto il via libera dalla Soprintendenza ai Beni ambientali e paesaggistici. I lavori sono stati aggiudicati all'impresa Icb per un importo di 256.827 euro. La scala, larga due metri e 40 centimetri con un dislivello di 23 metri dal punto di partenza a quello di arrivo, sarà collocata nella parte nord dello sperone di roccia dove si trova il castello, scenderà fino alla spiaggia di Paina e lungo il tragitto avrà anche alcuni punti panoramici. In questi giorni un gruppo di rocciatori hanno pulito le rocce dalla vegetazione e dalla terra. Si stanno inoltre eseguendo i lavori preliminari per la posa delle fondamenta su cui verrà ancorata la scala con speciali tiranti. Sotto la scalinata saranno installate le tubazioni dell'acqua, con pescaggio a lago, per alimentare l'impianto antincendio. L'intervento sullo sperone roccioso dove si trova il castello scaligero, assai delicato dal punto di vista storico e paesaggistico–ambientale, è stato reso possibile grazie al contributo di 528mila euro ottenuto dal Comune nell'ambito del programma «6000 Campanili», lanciato dal governo Renzi, con il «Decreto del fare» e indetto dal ministero delle Infrastrutture, riservato ai Comuni con meno di cinquemila abitanti. Il finanziamento che Malcesine ha ottenuto, grazie anche al lavoro del sindaco Michele Benamati, del consigliere Mattia Rizzardi e delle dipendenti comunali Milena Cardoni e Franca Tonelli, era riservato ai primi 160 progetti completi presentati. La conclusione dei lavori è fissata per il 6 marzo 2015. Se la data sarà rispettata il Comune avrà il tempo per promuovere le attività culturali del teatro e le serate all'aperto.
Oltre ai concerti e ad altre manifestazioni è prevista la prima edizione del Festival «Goethe incontra Pirandello», in programma dal 28 giugno - giorno dell'anniversario della nascita dello scrittore siciliano - e il 28 agosto - data di nascita del poeta tedesco. L'evento sarà curato da Enzo Rapisarda e Rita Vivaldi e vedrà impegnata la Nuova compagnia teatrale di Verona, diretta da Rapisarda, in cinque opere teatrali. EM.ZAN.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie