CHIUDI
CHIUDI

15.05.2019

«Jake» Olivetti lascia la presidenza dei Marinai d’Italia

Giovanni Olivetti
Giovanni Olivetti

Dopo 37 anni di continua e costante presenza, Giovanni Olivetti, detto Jake, lascia la presidenza del Gruppo Marinai d’Italia Leonello Parolini di Lazise. Un distacco che lascia un vuoto nel folto gruppo dei marinai che dal 1969, anno di fondazione, opera attivamente nella comunità, soprattutto nell’azione di Protezione civile da poco costituito. Olivetti resta comunque nel gruppo «Leonello Parolini» in qualità di Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti. «Sono entrato a far parte del Gruppo Marinai appena congedato, nel 1972», ricorda Giovanni Olivetti, «dopo il servizio di leva in Marina, iniziato nel 1969, proprio quando è stato costituito il gruppo a Lazise. Ho portato la bandiera in chiesa, in divisa, il giorno dell’avvio ufficiale del sodalizio. Ero giovanissimo. Dopo 12 anni da consigliere, sono stato eletto presidente nel 1982, carica che ho mantenuto fino a marzo di quest’anno». A succedere a Olivetti nella carica di presidente è Claudio Frigerio, vicepresidente da alcuni anni. Cesare Bergamini è il vicepresidente per il quadriennio 2019-2022; nel direttivo, Vinicio Socini, Francesco Mozzo e Renzo Pasetto. Revisori dei Conti: Renzo Cipriani, Giorgio Modena, Luigi Modena e Renzo Barato. «Non sarà facile sostituire Olivetti», commenta il neo presidente Frigerio, «perchè è un vulcano di idee. È sempre stato l’anima dei marinai a Lazise e del lago di Garda. Resta comunque in famiglia come responsabile del gruppo dei volontari della Protezione civile che sta dando ottimi risultati con forti apprezzamenti da parte di tutti. Va ricordato che Olivetti, nel corso del suo lungo mandato, ha anche realizzato la collocazione di due monumenti al marinaio, uno sul lungolago Marconi a Lazise e uno al porto di Pacengo. Sono e restano, il segno evidente della sua attivissima presidenza». •

S.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Elezioni-2019 Europee Amministrative
giro2019 giro2019

Sondaggio

Sboarina e Salvini vogliono chiudere i cannabis store legali. Siete d'accordo?
ok

Spettacoli

Sport