CHIUDI
CHIUDI

07.02.2020

Il paese «allo specchio» racconta il suo passato

Una foto della mostra
Una foto della mostra

Continua il progetto volto a creare un archivio di fotografie storiche di Lazise, ideale continuazione del libro «Lazise com’era» di Giuseppe Franco Viviani che invitava i lacisiensi a proseguire la raccolta di immagini. Da oggi a domenica la Dogana Veneta ospita la terza edizione della mostra «Lazise allo specchio: immagini di un tempo che fu», curata dall’associazione culturale Francesco Fontana con il Comune di Lazise. Quest'anno sono 175 le foto esposte, inedite rispetto alle mostre precedenti, che raccontano scorci di passato. La mostra è aperta ogni giorno dalle 10 alle 19 (ingresso libero): la mattinata dell’inaugurazione sarà rivolta in particolar modo alle scolaresche, mentre domani e domenica alle 11 è in programma la presentazione supportata da video e dalle spiegazioni dei curatori. Domani alle 16 il professor Giorgio Vedovelli terrà un incontro sugli attrezzi da pesca usati nel lago di Garda, molti dei quali messi a disposizione dal pescatore Gino Barato. Come lo scorso anno ci sarà la possibilità di votare le foto più interessanti o curiose, che verranno presentate domenica alle 16. A seguire, alle 17, la compagnia I Guitti di Lazise metterà in scena la commedia «L’eredità della pora Sunta» (ingresso libero). Come sottofondo musicale della mostra sono stati scelti i quattro brani contenuti nel disco «Gioiello d’Italy», omaggio al lago di Garda realizzato dal paroliere Luciano Beretta e dal compositore Jan Langosz. «L’esposizione è una carrellata di storia, interessante per chi ha vissuto i decenni raccontati ma soprattutto per le nuove generazioni», spiega Sergio Marconi, presidente dell’associazione Francesco Fontana, curatore della mostra con Francesco Biondani, Egidio Isotta, Luigi Sartori, Alberto Mancini e Cristiano Polese. «Ringraziamo tutte le persone che mettendo a disposizione le foto hanno reso possibile la terza edizione di questa rassegna».

K.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie