CHIUDI
CHIUDI

18.08.2019

«Ali di seta a Pacengo» Lanci dei paracadutisti

Esercitazione a Lazise
Esercitazione a Lazise

La porzione di lago di Garda antistante il porto di Pacengo torna a fare da scenografia ai lanci di paracadutisti, in programma stamattina a partire dalle 9.30. La manifestazione «Ali di seta Pacengo» (così chiamata perché una volta i paracadute erano fatti di seta) è organizzata dalla sezione Basso Veronese dell’Associazione nazionale paracadutisti d’Italia (Anpdi) in collaborazione con le sezioni di Lazise e Como e il patrocinio del Comune di Lazise e del Consiglio della Regione Veneto. All’esercitazione partecipano 36 paracadutisti affiliati all’Anpdi che si lanceranno da un Cessna 208 Caravan. Base d’appoggio l’aeroporto di Verona Boscomantico, da cui il velivolo effettuerà quattro decolli per raggiungere il basso lago di Garda, trasportando ogni giro nove paracadutisti che si lanceranno a gruppi di tre e saranno poi recuperati in acqua e portati a riva da imbarcazioni di salvataggio. L’evento è stato presentato in municipio a Lazise da Massimiliano Peditzi, presidente della sezione Anpdi Basso Veronese e direttore dell’esercitazione di oggi, e dal presidente della sezione lacisiense Marcello Rizzi, alla presenza del sindaco Luca Sebastiano e dell’amministrazione comunale, di Massimo Giorgetti nella doppia veste di vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto e paracadutista e del consigliere nazionale Anpdi per il Triveneto Giorgio Munerati. La manifestazione ha anche un risvolto sociale: una parte dei contributi ricavati per il suo svolgimento sono stati devoluti al Comune di Lazise per l’acquisto di strumenti musicali da destinare al polo scolastico, mentre altri fondi sono diventati borse di studio per l’acquisto di libri consegnate durante la presentazione alle due giovani figlie di Carlo Anti, cinquantenne veronese che lo scorso aprile ha perso la vita in un incidente stradale. Di lui è stato ricordato il passato di paracadutista (era iscritto alla sezione Anpdi di Lazise) e il desiderio di tornare a lanciarsi, motivo per cui stava seguendo il corso di ricondizionamento. Oggi il pubblico potrà assistere ai lanci accedendo a piedi alla zona del porto di Pacengo. Da tenere in conto l’intenso traffico veicolare che graviterà attorno a tutta la zona gardesana, alla cui gestione in loco contribuirà la polizia locale. •

K.F.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1