Il caso

Appello dei circensi bloccati a Bussolengo «Aiutateci a nutrire gli animali»

Il caso
Gli animali del circo Grioni (foto Pecora)
Gli animali del circo Grioni (foto Pecora)

La crisi del Coronavirus si sta abbattendo duramente sui piccoli circhi. E anche il Circo fratelli Grioni che è bloccato da settimane nell’area ex Sampò di via Paolo Veronese, senza aver potuto tenere uno spettacolo, soffre questa situazione. Una quindicina di persone, capitanate da Marco Grioni, che stanno facendo tutto per non far morire la tradizione circense che a Bussolengo, tra l’altro, ha una base straordinaria essendo da molti anni il paese il quartiere invernale della famiglia Casartelli del circo Medrano.

 

“Abbiamo lanciato due iniziative”, spiega Marco Grioni, “attraverso i social locali per poter metterci in condizioni di riaprire quando le restrizioni del Coronavirus finiranno: una raccolta di fondi che ha come obiettivo la soglia di 3mila euro per le spese materiali di riapertura e un appello per poter mantenere gli animali del nostro piccolo circo che fanno parte di una piccola fattoria didattica e non vengono impiegati per gli spettacoli”.

Servono alimenti per gli animali. Continua Grioni: “Siamo bloccati da settimane a Bussolengo, senza la certezza di una imminente possibilità di esibirci, a causa dei decreti di blocco in vigore. Rivolgiamo un appello a chi volesse contribuire al sostentamento della nostra piccola fattoria didattica: raccogliamo offerte, frutta, verdura non deperibile, alimenti per cani, pane secco e soprattutto fieno e segatura tutte le mattine dalle 10 alle 12. La raccolta fondi è stata lanciata sulla piattaforma Gofundme.

Referenze e informazioni su di noi si possono ricavare dalle recensioni sulla pagina Facebook Circo Grioni.

Per ulteriori informazioni telefonare al cellulare 3516039476.

“Un grazie ancora a tutti da parte della nostra piccola famiglia circense”, conclude Marco Grioni.

Lino Cattabianchi