CHIUDI
CHIUDI

07.04.2019

Inaugurato il monumento che celebra i rivolesi emigrati all'estero

Domenica di festa, oggi a Rivoli, in ricordo dei tanti rivolesi emigrati all'estero, dai Paesi dell'Europa alle Americhe, dagli inizi del Novecento fino agli anni Sessanta. Nella "Giornata del Rivolese nel mondo" è stato inaugurato in piazza Busolli, vicino a chiesa e municipio, il monumento in marmo donato da Carlo Ortombina al Comune e a tutta la comunità per ricordare chi, prima di lui e come lui, ha dovuto lasciare il paese natio, la famiglia e gli affetti più cari per andare a cercare lavoro e fortuna all'estero.

 

Molto partecipata e sentita la cerimonia in piazza, al termine della messa, come pure è stato partecipato durante la mattina l'incontro in sala consiliare a Corte Bramante con Ortombina stesso, il vice presidente di "Veronesi nel mondo" Enzo Badalotti, il sindaco Armando Luchesa, consiglieri e veronesi che hanno portato la testimonianza loro e della loro famiglia in merito al fenomeno migratorio. La presidente della biblioteca comunale e storica Virginia Cristini ha presentato inoltre la sua ricerca sui compaesani emigrati in cerca di fortuna a partire dalla fine dell'Ottocento. Nella giornata sono stati coinvolti i bambini della scuola primaria di Rivoli, che hanno cantato e partecipato alla cerimonia davanti al nuovo monumento.

Camilla Madinelli
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1